Barbara Massaro

-

La trama da romanzo francese c'è tutta. Lei professoressa quarantenne madre di tre figli, lui studente quindicenne che perde la testa per la bella insegnate.

L'opposizione delle famiglie, la morale che vince sulla passione e quella promessa: "Io ti sposerò" fatta da un ragazzino dalle idee chiare.

Una grande storia d'amore

È iniziata così la storia d'amore tra il candidato centrista alla presidenza francese Emmanuel Macron e sua moglie Brigitte Trogneux. Era il 1993 quando gli sguardi dello studente e della professoressa s'incrociarono per la prima volta sui banchi del liceo La Providence, ad Amiens.

Tredici anni dopo quella data, nel 2006, Brigitte ha chiesto il divorzio dal marito André Louis Auzière e ha sposato il suo ex studente Emmanuel.

- LEGGI ANCHE: Il programma economico di Macron
- LEGGI ANCHE: Come Macron vuole cambiare la Franica, l'intervista
- TUTTO SULLE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN FRANCIA

Bibi e Manu

Bibi e Manu, come li chiamano gli amici, rappresentano una di quelle rare comunioni di anime che a volte si verificano e, mano nella mano, marito e moglie si apprestano ad affrontare la sfida più grande per il futuro politico del movimento En Marche! guidato da Macron e della Francia intera.

I 23 anni di differenza che intercorrono tra il candidato Presidente e sua moglie sono stati oggetto di dibattito politico, mondano e sociale.

Chi dice cosa

C'è chi ha parlato della presunta omosessualità di Macron nascosta dietro la relazione con Brigitte, la moglie mamma. C'è chi ha osservato come la vera candidata sarebbe proprio la Trogneux che, pur avendo scelto un basso profilo pubblico nella campagna elettorale del marito, sarebbe la vera e sola regista del personaggio Macron, dei suoi discorsi e delle sue prese di posizione e c'è chi sostiene che il carattere duro e poco socievole di Lady Macron sia il motivo per cui lei manda avanti il marito.

Il consulente politico di Macron, Luis Costa Bonino, a proposito della coppia ha dichiarato a El Mundo: "Brigitte è una bella donna. Non ha mai cercato di nascondere la sua vera età però ha un aspetto e un atteggiamento molto giovanili. La loro è una storia d'amore e determinazione che ha lottato e vinto contro pregiudizi, difficoltà e contrattempi".

I sostenitori dei Macron

Il libro Les Macron di Caroline Derrien sottolinea, invece, come la differenza d'età sia stata la loro forza e non la loro debolezza.

Macron, nel 2015, a Canal+ aveva spiegato che la moglie"C'è perché mi accompagna, perché contribuisce ad un'altra atmosfera ed è importante... La sua opinione conta, ci passa molto tempo".

Una relazione di sicuro "Atipica e complice" come definita da Paris Match che chiama Brigitte "La sette volte nonna". Posto che l'obiettivo è l'Eliseo Brigitte punta a essere una Première Dame sul modello di Carla Bruni piuttosto che Valérie Trierweiler, ex compagna di François Hollande.

Lady Sarkozy ha attraversato critiche e polemiche con eleganza e classe quelle stesse doti di fascino su cui punta la Trogneux.

Amata dalla moda

Anche le maison di moda francesi si stanno preparando ad accogliere Bibi nel phanteon dell'Eliseo e lei, sempre in prima fila alle sfilate, non si tira di certo indietro.

Il suo è un look composto ed elegante; consapevole dell'età ma privo di ogni retaggio retrò che guarda ai 60 come fossero i nuovi 50 e cavalca gli eventi con decoltè e tailleur tinta unita con cui non si sbaglia mai. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Elezioni in Francia, Macron vince il primo dibattito tv

Il giovane leader del movimento En Marche! si conferma l'uomo nuovo che può battere il nazionalismo populista di Marine Le Pen

Emmanuel Macron si aggiudica il primo confronto in tv

Chi è Emmanuel Macron, l'uomo che vuole cambiare la Francia

Dinamico, postideologico ed europeista. Il fondatore di En Marche! è stato eletto presidente della Repubblica

Parla Emmanuel Macron: "Così rivoluzionerò la Francia"

Come governerà la Francia: il progetto, tra dialogo con il paese e aperture al mercato per disinnescare il populismo

Il programma economico di Macron

Tagli alla spesa pubblica, investimenti e maggiore flessibilità del lavoro. Ecco le misure proposte dal nuovo inquilino dell'Eliseo

La vittoria di Macron in Francia sarà la vittoria delle riforme in Europa

Non c’è alternativa alla UE ma anche a una ristrutturazione profonda delle istituzioni europee. Il fenomeno Macron indica la strada, ormai obbligata

Commenti