Arnold Schwarzenegger non è certo uno che nei 69 anni della sua vita le ha mandate a dire: fuori e dentro il set. E così l'ex attore ed ex Governatore della California ha risposto a tono a un troll che, su Facebook, aveva commentato in maniera inappropriata il suo sostegno agli atleti delle Special Olympics che si sono svolte tra il 14 e il 25 marzo scorso in Austria.

Il video

Il "fu" Terminator, condividendo un video con i ragazzi, aveva spiegato: "Sono molto ispirato da questi atleti che incontro ai Giochi Olimpici Speciali qui in Austria".

LEGGI ANCHE: "Ad Arnold Schwarzenegger non è mai piaciuto il suo corpo"

LEGGI ANCHE: "Schwarzenegger presenta il figlio: due gocce d'acqua"

Una clip che ha ottenuto migliaia di like, condivisioni e commenti. Tra questi anche quello di un utente che ha scritto: "Gli Special Olympics non hanno senso. Le Olimpiadi sono per gli atleti migliori al mondo che gareggiano l'uno contro l'altro per decidere chi è il migliore. Competere con delle disabilità intellettive è esattamente l'opposto".

La replica di Schwarzenegger

La furia distruttiva di Arnold si è destata in tutto il suo vigore verbale e l'attore ha "approfittato" del commento del tutto fuori luogo per impartire una lezione social ammirevole. "Per quanto sia stupido e maligno questo commento - ha scritto - non lo cancellerò nè bannerò il suo autore perché è un momento istruttivo. Ora davanti a te hai due strade. Fin da ora ti posso garantire che questi atleti hanno più coraggio, intelligenza, capacità e molte altre qualità umane positive rispetto a te. Quindi segui il loro esempio, puoi imparare molto da loro e cerca di cambiare qualcosa di te, di imparare. Oppure puoi restartene nel tuo mondo e continuare ad essere l'essere triste, pietoso, geloso che sei che non dà nulla al mondo".

La solidarietà social

Il troll ha visto bene di cancellare il proprio commento mentre tantissimi altri utenti hanno approfittato del post di Schwarzenegger per complimentarsi con lui e con la sua umanità.

Sono lontati i tempi degli occhi di ghiacchio, dei muscoli di acciaio e dei "Ti spiezzo in due": a quasi 70 anni l'attore ha compreso che le più grandi vittorie vengono ottenute con l'intelligenza e il coraggio di dire e fare la cosa giusta.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti