Sfruttando la sua popolarità avrebbe fatto avere all'ex fidanzata Cathriona White quei farmaci che da lì a qualche giorno sarebbero stati utilizzati dalla donna per suicidarsi.

E' questa la pesante accusa mossa da Mark Burton, ex marito della White, nei confronti di Jim Carrey che, quando la donna si uccise nel settembre del 2015, aveva da poco chiuso la relazione con lei.

L'ipotesi di reato sarebbe quindi violazione delle leggi sullo spaccio di droga e omissione di soccorso e per questo Carrey è stato citato in giudizio.

Cathriona è morta a causa di un letale mix di Ambien, Propranolol e Percocet, farmaci che vanno somministrati sotto controllo medico e che vengono prescritti solo dal dottore e che invece Carrey, grazie a soldi e popolarità avrebbe fatto avere alla donna su sua richiesta per calmarsi dopo la fine della relazione.

Secondo Burton, inoltre, l'attore avrebbe inviato un falso messaggio alla White chiedendo che fine avessero fatto i farmaci come a scagionarsi dall'averglieli procurati proprio lui.

L'ex marito ritiene che Jim fosse ossessionato da Cathriona e che la facesse seguire e monitorare inducendola a cadere nella trappola di quel rapporto malato che l'avrebbe infine spinta al suicidio.


© Riproduzione Riservata

Commenti