Barbara Massaro

-

Ha chiesto alla sua band di smettere di suonare ed è andato a soccorrere una ragazza delle prime file che stava subendo molestie da un gruppo di coetanei. E' successo lo scorso sabato durante un concerto di Atif Aslam, uno dei cantanti pachistani più famosi al mondo.



Atif si trovava sul palco a Karachi quando si è accorto che qualcosa stava succedendo sotto i propri occhi. Ha così fermato la musica e ha chiesto alla sicurezza di portare in salvo la ragazza permettendole di vedere il concerto da una posizione più sicura.

"Comportatevi da esseri umani" ha ammonito l'artista mentre alcuni fan riprendevano la scena per postarla in tempo reale sui social network dove Aslam vanta circa 20 milioni di follower e su Youtube.

Il gesto del performer è tanto più importante in un Paese in cui la condizione della donna continua a essere drammatica.

Amnesty International ha denunciato che: "Nei primi sei mesi del 2015 in Pakistan sono stati segnalati almeno 4.308 casi di violenza. Il dato comprendeva 709 omicidi, 596 stupri e stupri di gruppo, 36 aggressioni sessuali, 186 cosiddetti delitti d’onoree 1.020 sequestri di persona. Nonostante l'entrata in vigore nel 2011 della legge sul controllo e la prevenzione dei crimini con l'acido, tra gennaio e giugno sono stati registrati almeno 40 di questi casi".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Molestie sessuali: per Bill Cosby accuse sempre più pesanti

Una donna californiana porta la star in tribunale: all'epoca della vicenda, nel 1974, aveva 15 anni. L'America sgretola un mito

Lo spot della Polizia di Londra contro le molestie alle donne

Un imam di Colonia: "Le molestie alle donne per i vestiti e il profumo"

Il religioso formula la sua incredibile tesi in un'intervista a una Tv russa. Suscitando un'immediata reazione di sdegno in tutta la Germania

Commenti