The Duke And Duchess Of Cambridge Depart The Lindo Wing With Their Daughter
People

Quattro cognomi per la principessa Charlotte

Secondo gli esperti il nome completo della Royal Girl sarebbe Her Royal Highness Charlotte Elizabeth Diana Mountbatten-Windsor of Cambridge

Charlotte come il nonno Charles, Elizabeth come la reale bisnonna e Diana come la compianta Lady D. Un nome che è un manifesto politico. Quello di William, futuro re d'Inghilterra.

Non c'è dubbio che il Duca di Cambridge nel scegliere il nome per la sua seconda figlia nata il 2 maggio scorso abbia fatto un capolavoro di diplomazia.

A questo, però, si aggiunge oggi il dilemma dei cognomi. Secondo gli esperti inglesi, infatti, la Royal Girl avrebbe diritto a ben quattro cognomi. Windsor, di certo, come nonno Charles e papà William, ma anche Spencer, come nonna Diana. A questi andrebbero aggiunti Wales, cognome di William ed Harry dovuto al fatto che Carlo è "Prince of Wales". Ma non è tutto, perchè qui ci si mettono anche nonni e bisnonni a complicare le cose. Per questo subentra il Duca d'Edinburgo che si chiama Mountbatten e che ha diritto di tramandare il nome.

Limando e sistemando secondo i geneologi il nome completo della piccola dovrebbe essere Her Royal Highness Charlotte Elizabeth Diana Mountbatten-Windsor of Cambridge. E pensare che Re Giorgio VI aveva introdotto il cognome per i reali allo scopo di "umanizzarli e avvicinarli al popolo", ma qui tutto è complesso e frutto di un preciso lavoro di cesello, a partire proprio dal nome di battesimo.

Charlotte Elizabeth Diana ha, infatti, un nome che in primo luogo è un atto d'amore e di rispetto verso il padre, quel Charles che potrà anche diventare re un giorno, ma che comunque avrà un sorta d'interregno in attesa dell'ascesa al trono di William, già ora più popolare ed amato dai sudditi. Lo sa Carlo, lo sa William, lo sanno i sudditi, ma soprattutto lo sa la Regina, l'unica, finchè è in vita, che potrebbe scegliere di abdicare a favore di William bypassando suo figlio.

Lo farà? Gli inglesi non lo credono, ma William si dimostra già stratega e infatti, alla bambina, che proprio oggi incontrerà per la prima volta la Regina appena tornata a Buckingham Palace, come secondo nome ha posto Elizabeth, sua nonna, ma soprattutto la sovrana con il regno più lungo (sarà così il prossimo 11 settembre) della storia inglese. 

Charlotte, con ogni probabilità, non regnerà mai (al momento è quarta nella linea di successione al trono), ma l'eponimo Elizabeth radica la fanciulla nella storia inglese e omaggia l'anziana sovrana.

Per chiudere William esce dal solco dei Windsor e, con atto moderno e borghese, toglie una goccia di sangue blu alla sua principessa e le regala il nome di Diana, di quella madre tanto amata e perduta troppo presto. La principessa del popolo, la chiamavano gli inglesi, e anche William dimostra di voler essere vicino e nella scia di quel popolo tanto amato dalla madre.

Un sovrano inscritto nel suo presente, che non dimentica l'etichetta, ma che sa come va il mondo, un giovane uomo che, solo con la scelta di questo nome, si dimostra all'altezza del titolo che primo o poi porterà e la sensazione è che sua moglie Kate sia consigliera astuta ed intelligente in grado di accompagnare il suo uomo nell'ascesa al trono.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti