People

Dries Mertens, un bomber dal cuore d'oro

Lontano dai riflettori l'attaccante del Napoli porta le pizze ai senzatetto e aiuta i bisognosi

Dries Mertens

Barbara Massaro

-

Si dice che chi fa davvero beneficenza non lo va a raccontare in giro, ma spesso vip e celebrity di vario ordine e grado utilizzano le buone azioni verso il prossimo come spot promozionale nei confronti di se stessi, un'occasione per dire: "Guardate come sono bravo e generoso". Non è questo il caso dell'attaccante del Napoli Dries Mertens, 30 anni, belga. 

Dalla parte dei meno fortunati

Quando le luci dello stadio si spengono  e il pallone si ferma Mertens toglie la maglia da giocatore e torna a essere un ragazzo "normale", un uomo che ama fare del bene e lo fa mettendoci testa, faccia e cuore.

In queste notti gelide, ad esempio, più volte è stato visto - cappellino in testa e occhiali scuri per non farsi riconoscere - girare per le zone di Napoli dove sono soliti sostare i senzatetto e portare loro tranci di pizza per nutrirsi e scaldarsi.

Decine di pizze che, insieme ad alcuni amici, distribuisce per dar dar mangiare a chi ha fame. La prima volta che lo ha fatto è stata dopo una trasferta lo scorso dicembre. Ancora sul pullman con la squadra il calciatore ha preso il telefono e ha chiamato un amico dicendogli: "Vediamoci, compriamo pizze Margherita e le portiamo a chi ha fame e vive in strada. Fa molto freddo".

 

Poco dopo si è recato presso la stazione di Piazza Garibaldi e ha distribuito tranci ai poveri. E poi in queste notti gira nei giardini di via Posillipo, sotto ai portici di Chiaia e in quegli angoli dove la città che l'ha adottato nasconde gli ultimi della Terra.

Non solo pizze

Non solo pizze per Mertens, però. Il bomber appena ha un attimo libero visita gli ospedali pediatrici, porta maglie e sorrisi ai piccoli pazienti di oncologia, e, insieme alla moglie Katrin adotta cani abbandonati.

Non lo fa per la gloria o per guadagnare una medaglia d'onore, ma come tanti altri volontari all'opera ogni giorno nei contesti più disagiati, lo fa perché per lui è normale aiutare il prossimo, prestare conforto e sostenere i meno fortunati. Nonostante la fama, i soldi e il successo Dries è rimasto un semplice ragazzo belga cui piace giocare a pallone e, ora che anche economicamente se lo può permettere, fa del bene a chi ne ha bisogno. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Dries Mertens canta "Abbracciame" in napoletano | video

Sarri, Dybala e Mertens: l'inutilità dei paragoni con Sacchi, Messi e Maradona

I protagonisti del calcio di oggi troppo spesso accostati ai fuoriclasse del passato. Un tentativo senza senso (e spesso perdente)

Dries Mertens: gol "pallonetto" alla Maradona, Lazio-Napoli 1-4 | video

Fenomeno Mertens: così Napoli dimentica Higuain (ma il merito è di Sarri)

Il belga segna come il Pipita e viene accostato a Maradona. De Laurentiis punzecchia la Juve e la zona Champions è più vicina

Commenti