La donna manager

Rilfessioni (amare) sull'ennesima discussione legata alle femmine che lavorano

Martina Panagia

-

Cosa mi tocca vedere sulla copertina di una nota rivista maschile: “Coppia: cosa devi fare se lei lavora”. Siamo nel 2012 e non posso credere che ancora l’uomo entri nel panico quando la sua compagna trova un impiego, quindi compro subito il magazine spinta dalla curiosità di una scimmietta.

Mi sono fatta una gran bella cultura a proposito di addominali scolpiti in 5 mosse e come evitare che lei dopo il divorzio succhi tutti i guadagni, poi ecco l’articolo che affronta il problema della castrazione maschile: uomini distrutti perché lei lavora e magari guadagna di più. Sembra che vi sentiate così umiliati da avere problemi di erezione e di eiaculazione precoce.

Addirittura questa situazione può stressarvi così tanto da arrivare al divorzio e che una donna, per evitare di essere cornificata, dovrebbe guadagnare il 25% in meno di voi.

Ma stiamo scherzando? Prima di tutto perché ho scarsa fiducia nella fedeltà maschile e sono convinta che se girassimo panini al Mac Donalds con uno stipendio da fame o se fossimo avvocatesse con guadagni da capogiro, poco cambierebbe per voi di fronte ad una ammiccante collega dalla coscia soda che vi fa delle avances.

Secondariamente, perché è ora di svegliarsi: i tempi sono cambiati, noi donne abbiamo le capacità per fare carriera e sentirsi mortificati ed umiliati per questo è un tantino immaturo, no? E poi ammettetelo, siete incoerenti. Trovate decisamente sexy la donna manager che sa quello che vuole e come ottenerlo, ma se quella stessa donna diventa la vostra compagna, entrare in crisi d’identità e il vostro amico smette di funzionare.

Sembra comunque che ci sia una soluzione per vivere questa situazione al meglio: eh sì, perché sotto le lenzuola la signora di successo preferirebbe essere passiva e dominata, quindi via libera a tutte le vostre fantasie di sottomissione per appagare la frustrata virilità.

Solo, mi chiedo: che acrobazie pensate di fare se poi per l’ansia da castrazione dovreste incorrere in qualche "problemino"?

© Riproduzione Riservata

Commenti