Barbara Massaro

-

Durante la cena di gala di Cinema for Peace, evento benefico svolto nell'ambito della Berlinale, l'artista cinese Ai Weiwei ha chiesto ai facoltosi vip, tra i quali il nome più illustre era quello di Charlize Theron, di posare per un selfie collettivo tutti avvolti dalle coperte isotermiche che servono per scaladare i profughi che cercano salvezza da una sponda all'altra del mediterraneo.

Lo stesso artista ha posto fuori dall'edificio che ospitava la manifestazione cinematografica tutta una serie di giubbotti di salvataggio per migranti in segno di sensibilizzazione e solidarietà.

Due immagini forti, ma molto diverse l'una dall'altra. L'assessore alla cultura berlinese Tim Renner, ad esempio, ha dichiarato: "Ai Weiwei illustra le dimensioni del terrore fuori dal gala, in modo non sottile ma efficace (cioè con i giubbotti, ndr) Però, quando l’organizzatore chiede agli ospiti di donare coperte di emergenza in cambio di una foto di gruppo, sebbene serva come atto di solidarietà, c’è chiaramente un elemento osceno".

Vedere tutti i vip ingioellati coperti dalla protezione che può salvare la vita ad un disperato non è piaciuto a molti e questa volta il fine che giustifica i mezzi (per quanto ideato da un artista) è sembrato una caduta di stile che poteva essere evitata, specie da una donna di classe cone Charlize Theron.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sanremo 2015: la seconda serata con Charlize Theron, Conchita Wurst e Pintus

Grande attesa per l'insolita intervista che Carlo Conti farà all'attrice americana

Sean Penn e Charlize Theron si sono lasciati

Dopo un anno e mezzo di relazione sembravano ad un passo dal matrimonio, e invece si sono detti addio

Attentati a Parigi: da Charlize Theron a Ron Howard la solidarietà delle star

Le stelle del cinema, su Twitter, vicine alla Francia ferita

Charlize Theron con la coperta termica dei migranti a cena di gala

Commenti