People

"Bill Cosby mi ha violentata", le parole di Barbara Bowson

E' la tredicesima donna che accusa il papà dei Robinson di stupro e molestie sessuali

Bill Cosby Performs At The Treasure Island

Bill Cosby – Credits: Gettyiamges

Se la notizia fosse confermata rappresenterebbe il crollo di uno dei miti della giovinezza di almeno un paio di generazioni. Bill Cosby, attore comico "mitico" ed indimenticabile papà dei Robinson avrebbe violentato non una donna, ma 13 

L'ultima ad unirsi alla scia di accusatrice dell'attore è stata Barbara Bowman che sarebbe stata stuprata quando aveva 17 anni nel tentativo si entrare a far parte del mondo del cinema.

Perchè non accada più

"Mi ha drogata e stuprata, quell’uomo è un mostro" ha dichiarato al Daily Mail la donna. "La mia speranza - ha dichiarato spiegando il perchè abbia deciso solo adesso, dopo 25 anni, di rendere pubblico il fatto - è che chiunque abbia subito abusi sessuali non sia intimidita e spinta a stare in silenzio perché è stata abusata da un uomo ricco, famoso e potente. Se posso aiutare anche solo una persona con le mie parole allora ho fatto il mio dovere".

L'ultima di una lunga serie

Cosby, che adesso ha 77 anni, avrebbe violentato altre 13 donne nel corso della sua carriera sempre promettendo fama e successo in cambio di sesso. A parlarne era stato di recente il comico Hannibal Buress che lo aveva definito "stupratore seriale". Con le dichiarazioni di Bowman la posizione di Cosby si aggrava.

Ricordi del passato che non si cancella

La donna ha ricordato quanto avvenuto nel corso del suo provino con l'attore. "Quando mi ha vista mi ha chiesto di andare in bagno e bagnarmi i capelli. Poi ha voluto che facessi il provino ubriaca mentre lui mi prendeva il collo da dietro". Dopo quel momento Barbara è entrata nell'enturage di Cosby che le diceva "Fidati di me come fossi un padre".

Drogata e stuprata

L'uomo, nonostante le avances, non si è mai spinto oltre fino al 1986 quando, ricorda oggi la donna, si è trovata sola con lui sul divano: "È stato così invadente, umiliante. Mi ha preso la mano e l’ha messa sul suo pene. Non potevo dirlo a mia madre e non lo potevo ammettere a me stessa. Ho persino provato a cancellarlo dalla mia mente. Mi sono convinta che era la prima volta e non ci sarebbe stata una seconda occasione". Si sbagliava. "Mi ha invitata a cena a casa sua a New York. C’era tutto il suo staff. Mi ha offerto un bicchiere di vino. Poi il buio". I primi ricordi della Bowson sono di lei che vomita nuda nel bagno di Crosby: "Sono sicura che mi abbia drogata e violentata" Ha detto. 


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti