Baglioni come Balestra: cosa ne pensa lo stilista

I social festivalieri ironizzano sui "ritocchi estetici" che accomunano il presentatore del Festival di Sanremo e lo stilista che replica: "Sono divertito e lusingato"

balestra-baglioni

Renato Balestra e Claudio Baglioni - 2017/2018 – Credits: KikaPress

Antonella Piperno

-

La visibilità sui giornali, in tv e naturalmente in passerella non gli è mai mancata. Ma se qualcuno avesse predetto allo stilista Renato Balestra che il suo picco di popolarità social gli sarebbe stato regalato dal Festival di Sanremo, difficilmente  ci avrebbe creduto. Su Facebok e Twitter è tutto un "Non sapevo che il direttore artistico di Sanremo fosse Balestra", e ancora "Da Claudio Baglioni a Renato Balestra è un attimo" e "Un altro ritocchino e Baglioni diventa il gemello di Balestra".

Il sillogismo è il seguente: essendo Baglioni sospettato di ritocco estetico, ed essendo pure il volto di Balestra fortemente chiacchierato, per i social il direttore artistico di Sanremo e lo stilista sono "separati alla nascita". Panorama.it è andata a verificare come l’ha presa lo stilista.

Balestra, è più divertito o offeso?
Sono divertito e anche molto lusingato. Baglioni è un bellissimo uomo, quindi non ho niente da temere. Lasciamoli parlare...

Secondo lei Baglioni è rifatto?
Non lo so, e comunque non lo giudicherei. Sicuramente è un uomo molto curato.

E la Vanoni?  I social festivalieri sono molto scatenati anche su di lei.
Qualcosa in più lei probabilmente deve averla fatta. Ma se si sente felice così, perché giudicarla? Si può essere più o meno d’accordo sul risultato di un ritocco estetico e ovviamente mi spiace se qualcuno si rovina finendo in mano sbagliate. Ma alla fine secondo me  vale lo slogan “la faccia è mia e me la gestisco io”. Bisogna sentirsi in armonia con il proprio corpo. Senza dare peso al giudizio altrui.

Secondo i social lei sarebbe il testimonial assoluto del ritocco estetico..
Bontà loro. Se mi considerano il testimonial dei rifatti significa che mi tengo bene in forma. In realtà dal chirurgo ci sono andato solo una volta...

Quando, e per cosa?
Una ventina d’anni fa. Soffrivo molto per una leggera gobbetta sul naso, era diventata proprio un complesso, anche se poi lo vedevo solo io. Tanto che dopo averla rimossa non se ne accorse nessuno. E io ci rimasi malissimo...

Non ammette nient’altro?
Avere un aspetto piacevole è un dono di Dio e come tale va custodito negli anni. Lo considero un dovere. Io mi sono sempre curato, da ragazzo con lo yogurt sulla faccia, adesso con una crema pazzesca e pure economica che compro negli Stati Uniti. Prima spendevo un patrimonio in creme. Ah, e poi osservo una disciplina rigida nella pulizia della pelle.

Punturine? Ormai sono normale amministrazione...
Qualche tempo fa ne facevo poi ho smesso, non mi davano un gran giovamento.

Acido ialuronico o botox?
Il botox l’ho utilizzato solo una volta per togliere due rughette in mezzo alla fronte. Poi basta, perché paralizza l’espressione. Non mi piace, oggi ci sono altri modi per restare in forma. Ma, ripeto, non giudico nessuno.

Dica la verità, qualcosa alla bocca l’ha fatta?
No. Una volta, durante una trasmissione tv dove c’erano dei chirurghi estetici, li sfidai a verificare che la mia bocca carnosa è naturale. E vinsi.

Ma il Festival di Sanremo lo sta guardando?
Certo, anche per vedere come se la cava il mio gemello..

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sanremo 2018: le pagelle della terza serata

In gara Quattro Nuove Proposte e 10 Big. Grande entusiasmo per i Negramaro che cantano Poster con Claudio Baglioni. James Taylor duetta con Giorgia

Sanremo 2018: tutti i vestiti di Michelle Hunziker - Foto

La regina del Festival di Sanremo 2018: ecco tutti i look della spumeggiante Michelle sul palco dell'Ariston

Sanremo 2018: i voti ai look della seconda serata - FOTO

Conduttori, ospiti e cantanti: i promossi e i bocciati in fatto di stile al Festival. I voti a Michelle Hunziker, Pierfrancesco Favino e Franca Leosini

Sanremo 2018: i cantanti che hanno vinto più volte il festival

Tra i big in gara quest’anno, solo Enrico Ruggeri, Luca Barbarossa, Ron e gli ex Pooh Facchinetti, Canzian e Fogli hanno già vinto la kermesse

Commenti