Ogni persona dello staff di Adele per avere il diritto di avvicinarsi alla cantante deve sottoporsi a controlli medici settimanali e, se il dottore ha anche solo il sospetto di una malattia in vista, il soggetto viene sottoposto a una sorta di quarantena preventiva. A scriverlo è la stampa britannica che sottolinea come un simile trattamento lasci supporre una forte ipocondria da parte di Adele da sempre ossessionata dalla sua salute.

Le cose sono peggiorate dopo la nascita di suo figlio Angelo e, da allora, intorno ad Adele ci sono più medici che discografici.

Ogni sette giorni tutto il personale che lavora per lei deve subire il check up di routine e i referti verrebbero visionati dalla cantante in persona.

Ad agosto Adele aveva dovuto cancellare un concerto a Phoenix a causa di una brutta influenza e su Instagram l'artista era apparsa con occhi e naso rosso, viso pallido e sguardo incerto.

Ogni volta che ad Adele capita di prendersi un piccolo malanno di stagione pare succeda il finimondo e per questo è stata imposta la quarantena.

L'ipocondria del resto esiste e non solo nella penna di Molière. E' una malattia di natura psicologica che, a quanto pare, può colpire proprio tutti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti