Società

Pagati per viaggiare (e fare selfie)

Un'agenzia di creativi ha offerto 1.500 dollari ai propri dipendenti per andare in vacanza in un posto dove non erano mai stati. In cambio? Tenere un blog del viaggio, con tanto di selfie

Incredibile, ma vero! E' accaduto in California, dove ha sede la Thinkparallax, un'agenzia di creativi, che ha pensato di offrire la possibilità ai propri dipendenti di fare un viaggio in un posto dove non erano mai stati. Per far sì che il sogno si potesse avverare ha offerto loro 1.500 dollari ciascuno e la possibilità di partire per qualche giorno. Jonathan non ha perso tempo e dalla California è partito per visitare Germania e Olanda. Anna ha invece scelto il Perù, perché il suo sogno era quello di vedere Machu Picchu, mentre Maddie è "volata" in Nuova Zelanda. Ma qual è lo scopo di questa singolarissima iniziativa? "Qualcuno potrebbe definirla folle" ha spiegato un portavoce dell'agenzia "Noi invece abbiamo deciso di chiamarla 'parallaxsploration', prendendo spunto da significato delle parole 'parallasse' ed 'esplorazione', ovvero un diverso modo di vedere le stesse cose, ma da una prospettiva differente".

Secondo l'agenzia, la felicità e la soddisfazione del proprio personale è fondamentale perché siano anche "creativi" e questa iniziativa ha avuto proprio questo obiettivo. In cambio della possibilità di viaggiare, la Thinkparallax ha chiesto ai dipendenti di tenere un blog, un vero e proprio diario di viaggio con tanto di foto, anzi di selfie: stando ai reportages, la missione è stata perfettamente compiuta!

Pagati per andare in vacanza (e trovare ispirazione)

thinkparallax.com
Una veduta, con selfie, da Machu Picchu
Ti potrebbe piacere anche

I più letti