Niente jeans né sneackers, a New York arrivano Kate e William
Getty Images
Niente jeans né sneackers, a New York arrivano Kate e William
Società

Niente jeans né sneackers, a New York arrivano Kate e William

Giornalisti furiosi per il dress code imposto da Buckingham Palace

Niente jeans, t-shirt o felpe, ma neppure scarpe da ginnastica: insomma, l'abbigliamento sportivo sarà "bandito" di fronte ai Reali britannici in visita a New York. Chi vorrà filmare, fotografare o assistere ad eventuali conferenze stampa o incontri di Kate e William è bene che controlli il proprio guardaroba con anticipo, perché il 7 dicembre, quando il Duca e la Duchessa di Cambridge "sbarcheranno" sul suolo americano non potrà farsi cogliere impreparato, pena l'allontanamento.

"L'abbigliamento-gate" sembra agitare i media americani. Giornalisti, fotografi e cameramen (queste due ultime categorie abitualmente propense ad un abbigliamento poco formale, non fosse altro che per comodità) dovranno adeguarsi al dress code della Casa Reale, anche in America, "patria" del casual.

Dunque niente jeans o snickers, come si legge sul sito della British Monarchy: "Coloro che vestono jeans o scarpe da ginnastica non saranno ammessi e quelli che sono vestiti in modo casual saranno invitati ad andarsene. Questa regola vale anche per i tecnici".

Chiaro, no? Le ferree regole di Buckingham Palace prevedono invece che possano essere ammessi a seguire Kate e William solo coloro che sfoggeranno giacca e cravatta, se uomini, mentre per le donne sono previsti pantaloni o completo con gonna.


 

Un cameraman al lavoro in occasione dei Royal Ascot britanniciGetty Images

Apriti cielo: "Perché la stampa americana, i cui membri si preoccupano a malapena di togliere le briciole dei muffin dalla propria polo prima di fare domande al Presidente degli Stati Uniti, dovrebbe indossare capi extra di abbigliamento per lavorare? si è chiesto New York magazine.

D'altro canto le norme sono chiare: "I giornalisti che intendono seguire eventi reali, sia nel Regno Unito che all'estero, devono rispettare uno stile formale in rispetto della Regina e della famiglia reale". Che evidentemente, per gli inglesi, "contano" più dell'inquilino della Casa Bianca!

Di fronte a tanta formalità ecco la risposta del sito del giornale Politico: "I nostri fratelli molto più raffinati al di là dello stagno ( l'Oceano, Nrd) sono apparentemente più preoccupati che la stampa americana - orgogliosa dei suoi giornalisti vestiti in modo trasandato - non sia propriamente vestita quando interagirà con i reali".

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti