Società

Niente bikini per Lady Hollande

Nuovo diktat della premiere Dame di Francia, che non vuole essere paparazzata in spiaggia con indosso il costume

Nella foto il presidente francese, Francois Hollande e la compagna, Valerie Trierweiler

Niente bikini per Lady Hollande. O meglio: niente foto in bikini per la compagna del Presidente francese, che sembra aver aperto un nuovo scontro con la stampa d'Oltralpe grazie all'ennesimo diktat lanciato agli ex colleghi giornalisti n

Valerie Trierweiler si è concessa una vacanza in Costa Azzurra con Francois Hollande e  si è goduta sole e mare in spiaggia. Ovviamente in costume. Ma diversamente dalle Premiere Dame che l'hanno preceduta ha imposto un divieto alle redazioni dei settimanali francesi, facendo loro sapere che non vuole essere immortalata in bikini. A farlo sapere a tutta la Francia ci ha pensato un editoriale del magazine Vsd, nel quale il vice caporedattore ha scritto di essere stato contattato dall'avvocato della Treirweiler per impedire la pubblicazione degli scatti dei paparazzi.

Ma lo stesso tipo di richiesta (o avvertimento?) è giunta anche ad altre testate, come confermato dal quotidiano Liberation in edicola il 14 agosto. I giornalisti e fotografi di Voici  hanno poi raccontato di aver ricevuto cosiddette "pressioni amichevoli" sempre da parte del legale della Premiere Dame.

Pressioni però ignorate, stando alle foto che qualche rivista, come Vsd, ha voluto comunque pubblicare, riservando loro la prima pagina. Proprio il magazine ha titolato la propria copertina con un "Normali fino al costume da bagno", spiegando nella didascalia che le foto alla coppia presidenziale sono state scattate nei pressi di Forte di Bregancon, residenza presidenziale, dove Francois Hollande e la Treirweiler hanno trascorso due settimane di relax. In costume, senza sfuggire all'obbiettivo dei paparazzi.

Chissà cosa ne penserà ora la ex inquilina dell'Eliseo, Carla Bruni, con la quale la Treirweiler aveva avuto qualche scambio di battuta al vetriolo, a distanza. Era stata infatti la moglie di Sarkozy a dire che Valerie Trierweiler "è troppo invadente" nel rapporto con i media. I primi mesi da compagna del Presidente francese, del resto, sono stati caratterizzati da molte polemiche, soprattutto via Twitter. Prima c'era stato il cosiddetto "Twitter-gate", scatenato dall'invito di Lady Hollande, tramite il social network, a votare per il rivale della ex moglie di Hollande, Segolene Royal, alle primarie socialiste. Poi i veleni con Carla Bruni, della quale la Trierweiler aveva criticato lo scarso interesse alla politica. Nelle polemiche era entrato anche il figlio di Hollande, avuto proprio con la Royale, che aveva accusato la nuova compagna del padre di averne distrutto l'immagine a causa dei commenti su Twitter. Infine, il mea culpa della diretta interessata: "Mi morderò il pollice prima dei tweet" aveva promesso la Trierweiler con una battuta, dopo il rimprovero fattole dal suo stesso compagno, il Presidente francese, che il 14 luglio aveva invitato "i suoi cari" a tenere separato il pubblico dal privato.

Ora, pero', nuove polemiche. Ma in questo caso non si tratta più di "Twitter-gate" o "Trierweiler-gate", come è stata ribattezzata la vicenda. Casomai si potrà parlare di "Bikini-gate".

© Riproduzione Riservata

Commenti