Napoli, il teatro San Carlo riapre la stagione

Tutto esaurito per l’Aida di Dragone, tanti gli ospiti presenti in sala e dopo al dopocena organizzato dalla gallerista Lia Rumma

Paride Vitale

-
 

Alla regia dell'Aida, che ha aperto la stagione lirica del Teatro San Carlo di Napoli, è stato chiamato Franco Dragone anima de "le cirque du Soleil" e creatore di spettacolari show mondiali. Fa discutere la scelta minimalista e con poco Egitto, insieme alla presenza di proiezioni e ballerini ma che hanno conquistato a sorpresa i melomani napoletani, pubblico tra i più tradizionalisti che però ha riservato il più caloroso applauso al direttore Nicola Luisotti.

Nel teatro più antico d'Europa poche le istituzioni nazionali: nel Palco Reale l'ex Ministro Paola Severino e il sottosegretario alla Cultura Borletti Buitoni, insieme all'uomo d'affari americano Francisco Bernard Osher che, per sostenere il teatro più antico d'Europa, ha pagato 25.000 Dollari il suo biglietto. Tra il pubblico la più elegante è Victoria Cabello in abito Prada, appassionata d'Opera e fan di Dragone che si è autoinvitata e per l'occasione è partita in treno da Milano con il suo fido cane Silvano.

Al termine dell'Opera pochi e selezionati ospiti si sono trasferiti a casa della celebre gallerista Lia Rumma, che insieme all'attivissima direttrice degli affari istituzionali del teatro Emanuela Spedaliere, ha aperto la sua nuova residenza in Palazzo Donn'Anna. Tra un opera di Kiefer e specialità partenopee, a dare il benvenuto il sindaco Luigi de Magistris con l'elegante moglie Maria Teresa Dolce, l'attore-cantante Peppe Barra, il coreografo cinese She Wei, l'Aida Lucrezia Garcia e Radames Jorge de Leon, la famiglia Leonetti, Giannegidio Silva Presidente della Metropolitana di Napoli, famosa per le 180 opere d'arte contemporanea esposte nelle stazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti