roger askew/Alamy
Società

Maturità, le 9 "trappole" più frequenti della prova di italiano

Gli "epic fail" più diffusi (e da evitare) all'esame

Mettere o non mettere l'apostrofo? Questo è il problema...Di molti studenti, che oggi sono alle prese con la prima prova scritta dell'esame di maturità, ovvero proprio quella di italiano. Secondo alcuni test, condotti su un campione di maturandi alla vigilia del via alle prove dal sito specializzato Skuola.net, esiste un vasto campionario di "epica fail", vere "trappole" nelle quali cadono gli studenti italiani. Ecco alcuni esempi degli errori più frequenti nei quali incappano con la lingua italiana (e non solo).

Qualcun'altro...No!

Ecco l'errore principale commesso dai maturandi: secondo i test di Skuola.net il 43% degli studenti scrive "qualcun altro" inserendo l'apostrofo, che invece non va.

Qual è o qual'è?

L'apostrofo non deve essere messo neppure in questo caso, anche se invece il 36% degli studenti lo scrive...Sbagliando.

Un po' o un pò?

Altri dilemma degli studenti italiani: con l'apostrofo o l'accento? Ovviamente si usa l'apostrofo, perché "po'" è la forma abbreviata di "poco".

Sufficente o sufficiente?

Quante volte sarà capitato di prendere la sufficienza, eppure quando è il momento di scrivere questo termine, ecco che circa 1 studente su 5 sbaglia (22%), omettendo la "i" (e meritando voto "insufficiente").

Purtroppo...

Per fortuna esistono anche casi nei quali i maturandi sembrano non avere dubbi, come quando si tratta di scrivere "purtroppo". Esiste comunque un 4% che scriverebbe "pultroppo".

A me piace...

Ecco, infine, un'altra trappola frequente, spesso legata al linguaggio orale: "A me mi piace...", mentre si dve scrivere (e dire!) semplicemente "A me piace" oppure "Mi piace".

Ma non è finita...

...Non ci sono, infatti, solo gli errori di italiano a rendere difficile la prima prova dell'esame di maturità. Nell'affrontare il tema di carattere storico, infatti, capita di "inciampare" anche in date sbagliate o errori che riguardano personaggi storici. Qualche esempio? Alla domanda su quale sia la data dell'Unità d'Italia, ben il 14% dei maturandi sbaglia.

Il Muro di Berlino

Pare che anche un evento che ha segnato la storia moderna e contemporanea come la caduta del Muro di Berlino mandi in tilt gli studenti italiani: 1 maturando su 10 non collega questo avvenimento al 9 novembre 1989, considerando invece questa data come quella morte dell'ex presidente russo Gorbaciov o del primo processo di Mani Pulite.

Falcone e Borsellino

Ben più grave, soprattutto considerando la storia del nostro Paese, è il fatto che il 13% degli studenti italiani non sappia chi siano Falcone e Borsellino: per il 7% sarebbero due politici collusi con la mafia, per il 6% due pentiti.

Ti potrebbe piacere anche