Maturità 2016, gli studenti italiani sono super copioni
ANSA/CLAUDIO PERI
Maturità 2016, gli studenti italiani sono super copioni
Società

Maturità 2016, gli studenti italiani sono super copioni

Uno studente su quattro si dice pronto a suggerire durante le prove scritte

Bigliettini sotto banco, lancio d'appunti da una sedia all'altra e suggerimenti dati e ricevuti interpretando il labiale dei compagni.

In guerra, in amore e durante gli esami di maturità tutto è concesso per sopravvivvere. Lo sanno bene gli studenti che, dalla notte dei tempi, usano ogni strumento possibile per aiutare e farsi aiutare durante gli scritti che, quest'anno inizieranno il prossimo 22 giugno.

Una ricerca condotta su 1.000 studenti da Skuola.net ha fatto emergere che solo il 27% di loro ha dichiarato di non voler suggerire durante le prove a fronte del 70% che, invece, si è detto favorevole.

Tra quanti sostengono il sì a foglietti volanti con le soluzioni il 38% suggerirà a chiunque lo chieda, mentre il 35% lo farà solo con gli amici più stretti.

Salvezza sì, dunque, ma non per tutti. Alla fine copiare e suggerire alla maturità è rischioso e vale la pena tirare la corda di salvezza solo a chi se lo merita.

Se i secchioni si dividono così sul fronte copioni le cose vanno in maniera un po' diversa. Il 75% dei maturandi è pronto a copiare in caso di necessità, ma il 39% di questi si presenterà "Pulito" davanti ai commissari contro a un 21% che rischierà il tutto per tutto prendendo appunti e scrivendo formule e soluzioni anche sotto le suole delle scarpe.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti