Los Angeles Terminal
Los Angeles Terminal
Società

Los Angeles, apre il terminal per VIP

Nello scalo californiano spazio riservato alle "celebrities", con 13 suite e ogni comfort

C'è chi si gode il nuovo spazio extra lusso e chi grida allo scandalo e alla discriminazione. Di sicuro il nuovo terminal per soli all'aeroporto di Los Angeles fa discutere. Si tratta di un nuovo spazio, all'interno dello scalo californiano, dove attendere il proprio volo godendo di ogni comfort. Otto persone sono a disposizione per prendere i bagagli dei viaggiatori della cosiddetta premium class e accompagnarli al gate. Tra zona lounge, cocktails e calici di vino serviti ad ogni ora, snack, tv, salette per massaggi e 13 suite (ciascuna con bagno privato), il terminal VIP è stato pensato appositamente per una clientela di livello molto elevato, come confermano i prezzi per potervi accedere: per entrare nel ristretto circolo di coloro che possono permettersi di entrare nella Private Suite - come è stata chiamato il terminal - occorre, infatti, pagare un abbonamento annuale di 7.500 dollari, e acquistare un biglietto per un volo locale negli Stati Uniti da almeno 2.500 dollari, che diventano 3.000 se si tratta di un volo internazionale.

Quanto costa?
Nel terminal per sole celebrities, però, possono accedere fino a quattro persone per ogni abbonamento, a patto che i non abbonati abbiamo un biglietto aereo, il cui costo varia da 3.500 dollari a 4.000, a seconda della tratta. Insomma, un posto molto esclusivo, quasi a numero chiuso, che ha fatto infuriare non poco molti osservatori, che parlano di discriminazione. Dal terminal, nel totale relax, si possono infatti osservare i "mortali" viaggiatori che negli altri spazi dello scalo americano passano ore in coda. Al momento giusto, invece, i VIP vengono prelevati e a bordo di una lussuosa BMW vengono accompagnati fin sotto il proprio aereo. Secondo la Cbs, invece che percorrere a piedi una distanza che in media è 2.200 passi per attraversare lo scalo, se ne fanno appena 70.

Presto anche a New York
I vertici dell'aeroporto, però, si difendono: se è vero che la nuova area VIP, unica nel suo genere in America, è costata 22 milioni di dollari, è altrettanto vero - spiegano - che ai cittadini non costerà nulla. La Gavin de Becker and Associates, che l'ha realizzata, spiega che ha permesso di dare lavoro a 125 persone e produrrà un giro d'affari di 35 milioni di dollari nei prossimi nove anni. L'idea è venuta osservando esempi analoghi a London Heathrow, che offre servizi ad hoc ai propri abbonati, e da terminal "privati" che esistono negli aeroporti di Dubai, Monaco, Zurigo e altre città.

Nelle intenzioni dell'azienda che lo ha realizzato e lo gestisce, un altro terminal VIP sarà presto realizzato anche all'aeroporto John F. Kennedy di New York.

stellalevi/iStock
E' riservato a soli abbondati e il costo annuale è di 7.500 dollari, oltre ai biglietti aerei
Ti potrebbe piacere anche

I più letti