Vuoi una figlia in carriera? Lava i piatti

Uno studio americano rivela il nesso tra ambizione professionale delle giovani ed equa spartizione dei compiti domestici in casa tra madre e padre

– Credits: Thinkstock

Barbara Pepi

-

La prossima volta che un marito o fidanzato starà a poltrire sul divano mentre la moglie lava, stira e sistema casa sarà bene fargli presente gli effetti negativi che questo comportamento potrebbe avere sul futuro professionale della prole, per lo meno del ramo femminile della progenie.

Uno studio compiuto dalla University of British Columbia di Vancouver e prima pubblicato nell'ultimo numero di Psychological Science e poi riportato dal Wall Street Journal  dimostra lo stretto nesso tra ambizione professionale delle ragazze e spartizione dei compiti domestici entro le mura di casa.

I ricercatori hanno esaminato il comportamento di 300 giovani provenienti da famiglie con comportamenti sociali diversi. In alcuni nuclei il padre aiutava la madre nello svolgimento della normale routine, in altri no, in altri ancora era solo il padre a far tutto a fronte di una madre in carriera.

Da quanto emerso più del 60% delle faccende domestiche è comunque a carico delle donne, mentre solo il 15% delle famiglie sperimenta un'equa distribuzione dei ruoli tra lui e lei. Pare, però, che proprio in questo 15% cresca la classe dirigente del futuro o per lo meno la prole con le maggiori aspirazioni professionali.

Ragazze che da sempre vedono il proprio padre con guanti e grembiule non disdegnano un futuro da ricercatrici, astronaute o archeologhe, ma anche agenti di polizia o biologhe marine, cosa che non avviene nelle famiglie "tradizionali". Per i maschi, viceversa, è indifferente chi fa il bucato in casa perchè il sogno nel cassetto, almeno per i più piccoli, è uno e uno soltanto: fare il calciatore

© Riproduzione Riservata

Commenti