Dove vanno in vacanza gli italiani?

Una ricerca di Expedia.it svela mode e modi dell'estate nel Bel Paese - Scambio di case: dove, come, quando?

L'isola di Lipari, in Sicilia (Foto Patrick Hertzog/Getty Images)

Micol De Pas

-

Non c’è dubbio: gli italiani amano il mare. E ad affollare il litorale della penisola, sempre accanto a tedeschi e norvegesi, quest'estate sarà il 57 per cento dei nostri connazionali, seguito da chi sceglie città d'arte e viaggi culturali (35%). Lo rivela una ricerca firmata dal portale Expedia.it, che con il suo consueto report annuale tratteggia le nostre abitudini vacanziere.

Se il prezzo ha un’importanza decisiva sulla scelta della destinazione, mediamente per un soggiorno di due settimane, per la maggior parte degli intervistati deve coincidere anche con la scelta di luoghi che non ha mai visto prima: solo il 37 per cento passerà l’estate sotto lo stesso ombrellone dell’anno precedente. Di questi, il 67 per cento predilige l’Italia, con la Sicilia in testa a tutte le classifiche, contro un 37 per cento che andrà all’estero, principalmente alle isole Baleari o nelle Cicladi greche. A determinare la scelta valgono sempre di più i consigli degli amici e le recensioni degli altri viaggiatori che si trovano online, con un ruolo crescente del tam tam sui social network, capaci di influenzare la decisione nel 16% dei casi.

Ci si muove con largo anticipo, prenotando tra i 3 e gli 11 mesi prima per garantirsi soluzioni di risparmio, ed è solo il 2 per cento a prenotare qualche giorno prima di partire.

L’obiettivo della pausa estiva, poi, è il relax (per il 57%), subito seguito, al 43 per cento, dall’attrazione per posti in cui divertimento e movida serali sono assicurati. E se l’obiettivo principale dello stacco estivo è dormire, il 50 % dichiara di volersi concentrare all’intimità con il partner, compagno di viaggio ideale per il 70 per cento dei casi.

Infine, si scopre che gli italiani vanno controcorrente. Detestano i luoghi a "connessione zero", prediletti invece dagli altri viaggiatori europei, che li scelgono appositamente per disintossicarsi dall'iperconnessione quotidiana, e vanno pazzi per la spiaggia con WiFi. Per controllare le mail personali e lavorative, navigare in rete e fare l’upload delle foto da condividere sui social network.

© Riproduzione Riservata

Commenti