Luca Maurelli

-

Un uomo misterioso lascia un bigliettino e una bussola a una giovane donna e le suggerisce di visitare una terra “ricca di tempo” per compiere il viaggio più prezioso, “quello del cuore”. Sembra una fiction ma è realtà: quella terra esiste davvero.

Le immagini staccano su colline in fiore, monumenti, panorami mozzafiato e persone sorridenti. E' uno spot ma vuol essere un racconto, la voce narrante è quella di Filippo Timi, la donna è una giovane modella già immortalata dal grande fotografo Steve McCurry, Veronica Corvellini, la terra da espolorare è l'Umbria.

Pochi secondi, tante risposte
Quel piccolo corto di trenta secondi realizzato da Luca Manfredi è la risposta alla crisi, alle paure, alla diffidenza: in una parola, al terremoto. Quel sisma dell'agosto scorso ha lasciato il segno nel morale di quella regione che vive di turismo e di pace, ecco perché la Regione Umbria ha voluto investire due milioni e ottocentomila euro per una campagna di promozione che si consumerà a cavallo tra l'estate e l'inizio del nuovo anno.

L'obiettivo è riportare gente e interesse con una raffica di iniziative sostenute da un'adeguata opera di divulgazione che passa per tv, giornali, web, manifesti e radio. “Perché la tanta solidarietà che abbiamo ricevuto in questi mesi - spiega la governatrice Catiuscia Marini in conferenza stampa, al Palazzo delle Esposizioni di Roma – vorremmo che si traducesse in fiducia, in visite, in turismo”.

L'attore Filippo Timi, così come il jazzista Giovanni Guidi, è tra i testimonial di questa “rinascita” che passa per un programma estivo intenso, dai festival alle rievocazioni storiche, ai concerti, alle mostre di arte antica e moderna.

"Abbiamo investito tanto nella ripartenza turistica dell'Umbria - prosegue la Marini - per riparare a mesi difficili ma ora siamo pronti ad accogliere tutti, nella massima sicurezza: ci crediamo, siamo una regione tenace ma anche spirituale, con le sue città mistiche...". E anche con il suo cibo “mistico” che regala “visioni”, aggiunge scherzosamente il moderatore, il volto noto della Rai Giuliano Giubilei, ovviamente umbro.

Come una torta
Filippo Timi, in una lettera di saluto, ha definito l'Umbria come la “torta al testo, croccante fuori, tenera e sanguigna dentro”, ma chi la conosce sa che è anche una terra molto “organizzata” che sa accogliere il turismo spurio, quello “non organizzato”, sottolinea la presidente Marini, quello che sfugge ai grandi tour operator.

Da qualche giorno, nelle stazioni italiane, su bus, per strada, gli occhi di Veronica fiammeggiano sui manifesti di questa campagna  dal claim suggestivo, Umbria cuore verde d'Italia, una promessa che sostiene un cartellone fitto di eventi, da Calendimaggio di Assisi, festa di rievocazione storica di canti e musiche, al Perugia Flower, alla Grifonissima, alla Corsa dei Ceri, alla giostra delle Balestre, all'Umbria jazz festival, fino al festival dei Due Mondi di Spoleto e al Todi festival.

Il programma è fitto ma non stressante, perché l'Umbria è il regno della serenità, sottolinea l'assessore al Turismo Fabio Paparelli: “Le criticità seguite al sisma le supereremo insieme, con l'identità e l'orgoglio della nostra regione”.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le guide turistiche di Mantova per i terremotati dell'Umbria

L'associazione Gam il 18 e il 19 febbraio organizza visite guidate a offerta libera. Il ricavato andrà agli orfani della tragedia di Amatrice

Umbria Jazz Spring a Terni nel week end di Pasqua

In cartellone Incognito, Chico Freeman,Paolo Fresu, Gino Paoli e Danilo Rea

Commenti