Barbara Massaro

-

C'è chi addirittura è arrivato ad appiccicarsi alle unghie degli autentici pon pon colorati, ma le audaci estimatrici dell'avanguardia stilistica della nail art si accontentano di piccoli ciuffetti di pelo finto che vengono incollati alle unghie. Le furry nails sono, infatti, l'ultima follia estetica che arriva dagli Usa.

L'idea è venuta a Jan Arnold che dirige una ditta di cosmetici e ha proposto le unghie pelose per la passerella di Libertine, ma da quel momento le modaiole più estreme hanno sposato la causa delle #furrynails riempiendo Instagram di foto con i più svariati tipi di peli appiccicati sopra lo smalto.

Restano i dubbi sull'estetica delle unghie pelose e soprattutto sull'igiene personale di chi le porta.

Le furry nails, infatti, grazie ad una speciale e potente colla, restano attaccate per 7 giorni durante i quali lavarsi, cucinare, grattarsi o giocare con cane potrebbero essere azioni difficile da svolgere, ma le fashion addicted USA non paiono preoccupate e sfoggiano le loro "pelliccette" con il massimo della disinvoltura.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nail Art, l'utima frontiera della manicure artistica

Da Indiana Jones a Biancaneve ecco come tenere sulla punta delle dita la trama dei classici di sempre

Commenti