Duecento ottanta sette mila euro. E' il ricavato dell'asta mondiale del tartufo bianco d'Alba che andrà in beneficenza.

L'evento, giunto alla sua sedicesima edizione, si è svolto nella giornata di ieri al castello di Grinzane Cavour, patrimonio dell'Unesco.

Il lotto di maggior prestigio se lo è aggiudicato un facoltoso cliente del ristorante tristellato Otto e mezzo di Umberto Bombana ad Hong Kong in collegamento con il Piemonte.

Si tratta di un tartufo di 900 grammi costato 100.000 euro. Sempre in oriente, questa volta in Cina, è finito un secondo preziosissimo lotto.

Se lo è aggiudicato colui che viene ritenuto il miglior chef cinese al mondo. Si tratta di Dong Zhenxiang che ha conquistato un tartufo da 520 grammi per 33.000 euro.

In collegamento, per la prima volta, c'era anche una nave da crociera che si trovava nei pressi di New York. Proprio a John Sulley, vicepresidente della ristorazione della Royal Caribbean, è andato un altro  lotto: un tartufo di 360 grammi battuto a 7.500 euro. 

Protagonista dell'asta anche Giovanni Rana, presente in sala. L'imprenditore del Made in Italy nel mondo si è portato a casa 12.000 euro di tartufi. Battitori d'eccezione sono stati Elenoire Casalegno ed Enzo Iacchetti che ha partecipato all'evento per il sesto anno di fila. 

Il ricavato sarà devoluta alla fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra, ad altre realtà della zona e all'istituto Mother's Choice di Hong Kong che si occupa di sostenere bimbi orfani e giovani mamme in difficoltà.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti