Il supermercato (ed il maschio medio)

Perché portarvi a fare la spesa è utile, importante e soprattutto giusto così...

Martina Panagia

-

Portarvi al supermercato è davvero impresa ardua. Avete sempre qualcosa di meglio da fare (cimentarvi davanti all’X Box con l’ultimo Call Of Duty...) e fare la spesa è l’ultimo dei vostri pensieri.

Ovviamente, noi donne sappiamo che per sfamare la famiglia è necessario ogni tanto fare scorta di cibo e tentiamo di tutto per portarvi con noi. Ma attenzione, non è che la vostra compagnia ci delizi al tal punto da non poterne fare a meno, è che semplicemente fare la spesa da sole è noiosissimo e, cosa fondamentale, ci servono braccia forti per portare e caricare tutto in auto (ed in frigo una volta tornate a casa). Quindi lo ammettiamo, siamo spinte da puro egoismo e spirito di sopravvivenza.

La maggior parte delle volte, si arriva ad un compromesso: il centro commerciale, così c’è qualche negozio in più che interessa anche a voi. Peccato che una volta arrivati, ci spedite da sole a vagare tra prosciutti, formaggi e carta igienica, mentre voi vi perdete tra i vari Euronics, Mediaword ed Unieuro senza preoccuparvi minimamente di che fine abbiamo fatto.

Quando la coscienza vi brucia, vi vediamo spuntare da una qualche corsia, avvicinarvi al carrello e guardarvi intorno un po’ spaesati. Dura poco, perché vi organizzate in fretta: non c’è scaffale da cui non preleviate qualche porcata fritta, precotta o a scadenza 2050, senza badare a prezzi, offerte o punti tessera fedeltà.

Ehi, noi impieghiamo così tanto tempo a fare la spesa perché stiamo attentissime al prodotto che costa meno, confrontiamo prezzi, quantità, qualità ed ingredienti di ogni singolo vasetto di yogurt prima di decidere quale acquistare, ed poi belli belli arrivate voi e ci mettete nel carrello 15 € di disgustose lasagne pronte e imbottite alla besciamella con tanti di quei conservanti da resistere alla fine del mondo?

Ma abbiamo vinto noi: tornate a casa, abbiamo avuto le braccia in più che ci servivano per scaricare la spesa, a ora di cena vi mettiamo davanti quelle flaccide e flosce lasagne anemiche che abbiamo infilato 3 minuti nel microonde e vi guardiamo sorridenti.

Perché dalla vostra faccia si capisce benissimo che se ve le avessimo cucinate noi ce le avreste tirate dietro. Ma non potete dire nulla, perché le avete comprate voi. E mo’ ve le mangiate.

© Riproduzione Riservata

Commenti