Barbara Massaro

-

Nessuno è immune dalla febbre Pokemon Go. L'app Nintendo, ormai, è uscita dalla sfera d'interesse esclusivo dei nerd nostalgici e degli appassionati di videogames e si è trasformata in un fenomeno di costume di portata globale.

Cartina al tornasole di quanto la caccia ai Pokemon nel mondo sia ormai diffusa sono gli account dei vip che al grido #PokemonGo mostrano passione e attrazione per il gioco.

Dai nostrani Aldo, Giovanni e Giacomo passando da Francesca Cipriani e Alessandro Borghese s'arriva a tanti calciatori del calibro di Antoine Griezmann o Valon Behrami e Lukas Podolski, cantanti come i Jonas Brothers o Demi Lovato e insospettabili quali Ellen DeGeneres. La caccia vip ai Pokemon più rari è iniziata e, da Hollywood in giù, chi si ferma è perduto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Pokemon GO: storie di ordinaria follia

Dalla ricerca nell'oceano ai videogamers rapinati: tutti i fatti più strani, o semplicemente curiosi, legati al nuovo gioco Niantic-Nintendo

Pokemon Go: ecco perché è il gioco dell'anno

Più che un nuovo videogame un nuovo modo di giocare. Che appassiona tutti. Dai nostalgici trentenni ai semplici curiosi

Pokèmon Go oltre il gioco: è anche la cura per ansia e depressione

Lo dice un esperto di dinamiche sociali basate su tecnologia e rete: “Non ho mai visto nulla del genere”

Pokemon GO: come si gioca

Come muoversi, come catturare i Pokemon, come farli evolvere: tutto sulla nuova app in realtà aumentata creata da Nintendo in collaborazione con Niantic

Pokemon Go. A Central Park caccia a Charizard | video

Commenti