upset emoticon on a white background
Life

Per l'Oxford Dictionaries la parola dell'anno è un'emoticon

Per la prima volta il prestigioso dizionario sceglie una "non parola"

L'Oxford Dictionaries ha eletto la sua parola dell'anno e, come sempre, stupisce. Dopo "Selfie" e "Vape" la parola del 2015 è una non parola, ovvero un'emoticon, per la precisione l'emoticon che ride per la gioia. I cervelloni che lavorano per il prestigioso vocabolario britannico hanno motivato la scelta sostenendo che il simbolo rappresenta "Un aspetto centrale della vita digitale di un individuo, che deve essere basata su contenuti visivi, emotivamente espressivi e ossessivamente immediata".

Ecco che allora la faccina che ride si trova nel prestigioso ruolo di parola più rappresentativa di un'epoca nella quale è più facile comunicare con le "faccine" che utilizzando le parole. Si tratta di icone più o meno condivise che tutti riconoscono e dietro le quali non si rischia di cadere in fraintendimenti di sorta.

"E' chiaro che la scrittura con l'alfabeto tradizionale fa ormai fatica a star dietro alla comunicazione velocissima e prevalentemente visiva del 21esimo secolo - ha detto Casper Grathwohl, Presidente di Oxford Dictionaries - quindi nessuna sorpresa se un'emoticon è arrivata a colmare quel vuoto, così flessibile, immediata e anche esteticamente bella".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti