Chiara Degl'Innocenti

-

I cavalli scalpitano in prossimità della mossa, sulla linea di partenza. E non solo i soli a fremere nell’attesa del via al Palio. Il 2 luglio (e il 16 agosto) tutta Siena partecipa a questa manifestazione secolare come un viaggio nel tempo in cui, tra sacro e profano, si rivive la storia della città, lungo le contrade e Piazza del Campo. Quest'anno più che mai, visto che il Palio compie 360 anni.

La corsa vera e propria è prevista per il tardo pomeriggio, quando il sole ha perso la sua intensità. Gli appuntamenti sono tanti e i più significativi sono la presentazione del palio, il drappo vinto che viene poi conservato nel museo di contrada, le corse di prova a cui si può assistere gratuitamente, la Messa dei Fantini (in piazza del Campo, davanti alla Cappella) e la benedizione del cavallo. Ma vediamoli nel dettaglio. 

Quest'anno per il Palio del 2 luglio le contrade che corrono di diritto sono: Bruco, Lupa, Drago, Giraffa, Chiocciola, Aquila e Istrice. A queste si sono aggiunte altre tre contrade estratte a sorte lo scorso 29 maggio: Tartuca, Oca e Nicchio, che così completano il lotto delle dieci partecipanti. Due sono le coppie di rivali che si affronteranno sul tufo di Piazza del Campo: Istrice-Lupa e Chiocciola-Tartuca.

Per i neofiti, si può assistere alle corse di prova e al Palio accedendo a pagamento ai palchi sistemati attorno alla Piazza o affacciandosi alle finestre e dai balconi. Per chi non vuole pagare l'interno della Piazza è libero.

La corsa del Palio è preceduta da un corteo (Passeggiata Storica) a cui prendono parte oltre 600 figuranti in rappresentanza delle 17 Contrade e di istituzioni della antica Repubblica di Siena. Il corteo parte dalla Piazza del Duomo nelle prime ore del pomeriggio e si snoda per alcune vie del centro cittadino prima di sfilare nella Piazza del Campo.

MERCOLEDI' 29 GIUGNO

ore 7.00 - Presentazione delle batterie dei cavalli che partecipano alle prove di selezione. I proprietari si presentano all'Entrone del cortile del Podestà del Palazzo Comunale insieme ai cavalli che vengono visitati da una équipe veterinaria incaricata dal Comune di valutare le loro condizioni fisiche.

ore 9.00 - Inizia la Tratta, il momento in cui vengono abbinati i cavalli alle dieci Contrade che partecipano al Palio. I cavalli ritenuti idonei dopo le visite mediche, vengono raggruppati in batterie e provati per tre giri intorno alla Piazza per verificare la loro adattabilità alla pista. Terminate le batterie, i Capitani si riuniscono per scegliere i dieci soggetti alla presenza del Sindaco.

ore 12.00/13.00 - Su un palco che si trova di fronte al Palazzo Pubblico si svolge il sorteggio in cui a ogni cavallo viene abbinata una Contrada. Ad ogni assegnazione, il Barbaresco (assistente del cavallo destinato a correre il Palio) prende in consegna il cavallo avuto in sorte e lo conduce alla stalla, accompagnato dai contradaioli.

ore 19.45 - Prima prova delle sei che precedono il Palio. Durante le corse si verificano le condizioni sia del cavallo che del fantino che ogni Contrada può cambiare a suo piacimento fino alla mattina del Palio.

GIOVEDI' 30 GIUGNO

ore 9.00 - Seconda prova nell’ordine inverso della sera precedente.

ore 19.45 - Terza prova secondo l’ordine di estrazione avvenuto nell’assegnazione dei cavalli.

VENERDI' 1 LUGLIO

ore 9.00 - Quarta prova.

ore 19.45 - Prova generale in cui l'ingresso dei cavalli avviene secondo il sorteggio. Il primo scoppio del mortaretto è previsto alle 18.45, l’inizio dello sgombero della pista alle 19.15, l’uscita dal Cortile del Podestà alle 19.45. Prima della prova è prevista la tradizionale carica dei Carabinieri a cavallo.

ore 20.30 circa - Cena della Prova Generale nei rioni delle Contrade partecipanti al Palio. Qui, dirigenti, contradaioli, ospiti e anche turisti si riuniscono a cena in onore dei protagonisti della giostra.

SABATO 2 LUGLIO

ore 7.45 - Nella Cappella adiacente al Palazzo Comunale viene celebrata la Messa del fantino dall'Arcivescovo.

ore 9.00 - Provaccia, la prova che viene effettuata nel generale disinteresse delle Contrade, come da tradizione.

ore 10.30 - Nel Palazzo Comunale si procede alla segnatura dei fantini. Alla presenza del Sindaco, i capitani e i fantini si riuniscono per l'iscrizione e la presentazione del giubbetto che viene indossato in corsa.

ore 15.30 - Benedizione del cavallo.

ore 16.30 - Partenza del corteo dal cortile del Palazzo del Governo in Piazza del Duomo, per raggiungere Piazza del Campo.

ore 17.20 - Il Corteo Storico entra nella Piazza secondo l’ordine della prima prova.

ore 19.30 - Il Drappellone viene issato sul Palco dei Giudici mentre si effettua la sbandierata finale dei diciassette alfieri. Da lì in poi inizia la corsa vera e propria.

Una curiosità, per il Palio dell'Assunta del 16 agosto 2016 le sette Contrade che correranno di diritto, in ordine di estrazione e, quindi, di ingresso in Piazza sono: Leocorno, Bruco, Aquila, Pantera, Drago, Civetta e Giraffa.

© Riproduzione Riservata

Commenti