Miss Muretto, addio: cancellato il concorso di bellezza

Per il direttore della manifestazione è tempo di valorizzare il Muretto come monumento artistico

Nella foto le concorrenti di Miss Muretto 2013, ultima edizione della gara di bellezza ad Alassio, in Liguria – Credits: MissMuretto.com

Eleonora Lorusso

-

Hanno partecipato e vinto, "assaggiando" la prima fetta di notorietà personaggi come Simona Ventura e Maria Teresa Ruta. A lasciare il proprio autografo su una delle 800 piastrelle in ceramica che lo hanno reso famoso è stato anche Ernest Hemingway, eppure sul Muretto di Alassio sembra ormai tempo di spegnere i riflettori. Miss Muretto va infatti in pensione, con buona pace delle centinaia di ragazze che qui hanno pianto lacrime di gioia o delusione, per coloro che qui hanno mosso i primi passi, a pochi metri dal mar ligure, sognando che fosse il trampolino di lancio per il mondo dello spettacolo, ma anche e soprattutto per tutte quelle che qui non potranno sfilare sperando di essere incoronate reginette

Dopo 60 anni, la kermesse non si farà più. A deciderlo Francesco Di Biase, direttore del concorso di bellezza e nipote di Mario Berrino, ideatore di Miss Muretto. Questa volta la crisi però non c'entra: a spingere Di Biase a far calare il sipario sulla gara di bellezza è una motivazione "artistica": un nuovo progetto che intende valorizzare il Muretto come uno dei monumenti più importanti della Riviera. "Negli ultimi anni - ha spiegato Di Biase - il Muretto è stato associato quasi esclusivamente al concorso di bellezza. Dopo il successo della 60esima edizione, nel 2013, abbiamo sentito forte la necessità di far tornare al centro delle attività promozionali il monumento e la tradizione alassina". 

Insomma, niente Miss, sorrisi, flash, sfilate, fasce, coroncine né gambe lunghe da ammirare per centinaia di turisti, curiosi e amanti di questo tipo di evento, richiamati nel piccolo centro ligure proprio per l'occasione. "Il Muretto, nei suoi colori e forme, è una ricchezza di per sé unica per l'intero territorio ed è da questo punto che abbiamo deciso di ripartire" ha poi spiegato ancora il direttore del concorso. 

Alassio dunque cambia immagine, a 60 anni da quel 1953 quando andò in scena per la prima volta la gara di bellezza che trasformò il muricciolo rustico del centro balneare ligure nel Muretto, molto più famoso. Per gli amanti di Miss Muretto un duro colpo, tanto che qualcuno "sospetta" che dietro la decisione ci siano anche le polemiche che hanno tenuto banco su Miss Italia : insomma, c'è il dubbio che gli organizzatori non vogliano incappare nelle critiche di coloro che vedono nei concorsi di bellezza delle manifestazioni che mortificano la donna o ne mercificano il corpo. Il tutto dopo che la Rai ha deciso di non trasmettere più la gara delle Miss, che quest'anno sarà in onda su La7 e che vedrà la conduzione (ironia del destino) proprio della ex Miss Muretto Simona Ventura .  

© Riproduzione Riservata

Commenti