Barbara Massaro

-

Di fronte a una catastrofe di tale portata non si può che stare in silenzio e pregare. E' quello che fanno oggi i social network che esprimono vicinanza e solidarietà al Messico sconvolto dal terremoto di magnitudo 7,1 che ha messo in ginocchio Città Del Messico e tutta la regione circostante.

La solidarietà social

Mentre ancora si scava e la conta delle vittime è tutt'altro che definitiva (al momento sono oltre 200 i morti) Instagram, Facebook, ma soprattutto Twitter fungono da cassa di risonanza del dolore del mondo intero per questa ennesima catastrofe naturale. 

Si prega per le vittime e per i superstiti nella speranza che quelle macerie possano restituire corpi ancora vivi.

Il cordoglio vip

A guidare le fila del lutto sono i messicani Salma Hayek, attrice, Hector Moreno, calciatore e Sergio Perez, pilota, ma sono migliaia i messaggi che arrivano da ogni parte del pianeta.

La Hayek scrive: "Messico, il mio cuore è con te", mentre il giocatore messicano in forza alla Roma Twitta: "Solidarietà e tanta forza a tutti coloro che sono stati colpiti dal sisma. Ne usciremo più forti di prima". L'automobilista Sergio Perez, infine, condivide i numeri utili per donare sangue e beni di prima necessità.

Contemporaneamente, sempre tramite social, si moltiplicano i video amatoriali girati al momento della tragedia che contribuiscono a diffondere l'immagine del disastroso sisma.

Per saperne di più:


© Riproduzione Riservata

Commenti