Maxi caccia al tesoro in spiaggia: in palio migliaia di dollari

E' il "gioco" che si è inventato un milionario americano, tramite Twitter

Due bambine mostrano i dollari trovati dentro un pupazzo di Angry Birds sulla spiaggia di Hermosa Beach, in California – Credits: Twitter.com

Eleonora Lorusso

-

Ormai non passa giorno che l'anonimo milionario, che si nasconde sotto l'account @HiddenCash, non si diverta a fornire qualche "indizio" utile sulla prossima maxi caccia al tesoro in spiaggia. La prima, sulla sabbia di Hermosa Beach, in California, è stato un successone: centinaia di persone si sono ritrovate in spiaggia per dare la caccia a qualche banconota nascosta chissà dove. Ad ideare il singolare "gioco", lanciato su Twitter, è stato un anonimo "Paperone" californiano, dopo essersi reso conto che la crisi sta rendendo difficile la vita a molta gente a San Francisco e dintorni.

Invece che limitarsi a fare una donazione ad un solo ente benefico no profit, ha però pensato di regalare un po' del suo denaro a molti cittadini americani, che a quanto pare hanno apprezzato l'iniziativa con entusiasmo. Prima di approdare in spiaggia, la caccia al tesoro è andata in scena anche in qualche parco cittadino della California, ai piedi di Hollywood. Poi è toccato alla spiaggia di Hermosa Beach, invasa da una folla che ha passato ore a cercare le banconote da 10 o 100 dollari, che il misterioso miliardario si era divertito a nascondere (o a far nascondere) in 36 pupazzi di Angry Birds sepolti sotto la sabbia.

Oltre a trovare denaro sotto i propri piedi, in molti - adulti e bambini - pare si siano divertiti ad immortalare l'originale caccia al tesoro con una raffica di selfie, prontamente postati in rete. Dato il successo, il benefattore miliardario ha pensato bene si continuare il suo "gioco", avvisando i followers su Twitter che il prossimo appuntamento potrebbe essere a Sacramento, Fresno, San Diego o nella stessa San Francisco , il prossimo week end.

Certo non sono mancanti piccoli "incidenti", come le gomitate per accaparrarsi qualche dollaro in più, ma la polizia, avvisata, non è stata costretta ad intervenire. Per ora gli agenti stanno monitorando la situazione. Forse al prossimo appuntamento si presenteranno anche loro, magari in borghese, per "toccare" con mano la situazione (e i dollari).

© Riproduzione Riservata

Commenti