Life

Maturità 2015, gli #epictweet della prima prova

Iniziano a tornare a casa i "reduci" della maturità e sui social network fioccano i commenti

maturita_2015

Barbara Massaro

-

"Fattibili", "Interessanti", "Poteva andare peggio". Sono queste le prime sensazioni social a caldo dopo l'uscita dal tema di maturità. Stamane mezzo milione di studenti è stato impegnato nella prima prova scritta e per sei ore i ragazzi sono stati alle prese con Calvino, resistenza e Malala, i temi proposti dal Miur quest'anno.

 Nel frattempo i social network hanno iniziato a rispondere commentando le tracce o ironizzando sul destino dei poveri maturandi. Tra foto divertenti e commenti più o meno sarcastici ecco gli #epictweet della mattinata.

 

Neanche a dire che, sempre sui social, alla pagina Facebook Maturità 2015 - Tocca a me, (ma anche in tante altre), dopo meno di un'ora dall'inizio del tema erano già disponibili le tracce svolte e preparate dai ragazzi che collaborano per quei siti di studenti che lavorano nel dietro le quinte e che si propongono in aiuto di coloro che, miracolosamente, riuscissero a far entrare uno smartphone a scuola a rischio di vedersi annullato l'esame.

Quanti saranno stati i furbetti di quest'anno? Ci sarà stato qualcuno in grado di superare i rigidi controlli di Miur e polizia postale? La prima, comunque, è andata. Ora non resta che rilassarsi e concentrarsi in attesa della seconda prova scritta, quella ad indirizzo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Maturità 2015, le cose da sapere

Le commissioni, l'alimentazione, l'ansia, le prove scritte: ecco come affrontare al meglio la fine degli studi superiori

Maturità 2015, come sopravvivere alla prima prova scritta

Consigli e suggerimenti per affrontare al meglio una della cinque tracce

Maturità 2015, è partito il toto tracce

Mercoledì 17 giugno inizieranno le prove scritte e sul web è già partita la gara a indovinare a che cosa si andrà incontro

Maturità 2015, la notte prima degli esami è 2.0

Passate di moda le lunghe chiacchierate al telefono per scambiare dubbi e timori, ora il confronto è social

Commenti