Life

L'Iraq "spegne" internet per non far copiare agli esami

Linea dura del governo che, per tre giorni, forza un blackout della Rete

High school secondary students at desks in classroom taking test

Eleonora Lorusso

-

Agli esami vietato copiare e, visto che nell'era 2.0 è diventato sempre più facile cercare un "aiutino" tramite internet, ecco che in Iraq hanno scelto la "linea dura", oscurando proprio la Rete per tutta la durata degli esami scolastici.

E' accaduto per ben tre giorni, quando per tre ore, dalle 5 alle 8 del mattino, si è verificato un blackout. Non dovuto ad un incidente, però, ma provocato ad hoc, per evitare che gli studenti potessero copiare.


twitter@dynresearch

Il grafico che mostra il blackout programmato in Iraq in corrispondenza con i giorni di esami scolastici – Credits: Twitter@DynResearch

In Iraq gli esami si svolgono in sesta classe e, solo se superati positivamente, permettono di poter proseguire gli studi, che altrimenti terminano a 11 anni, ovvero alla fine dell'obbligo scolastico. Per questo i test assumono particolare importanza. Ma il Governo iracheno, dopo i precedenti, quest'anno ha deciso di bloccare l'accesso a internet in tutto il Paese, come confermato dal Dyn Research, che si occupa di analisi del traffico internet, che ha postato su Facebook e Twitter un "warning" delle autorità irachene, che informava dell'oscuramento della Rete programmato, per fini...Scolastici. Agli studenti pronti ad ogni mezzo pur di passare gli esami non è rimasto che studiare o ricorrere ai cari vecchi bigliettini.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Caro studente, il tuo prossimo compagno di scuola sarà un robot

Un robot giapponese ha superato la media dei test di ammissione all’Università di Tokyo. Ed è solo l'inizio

Maturità 2016, le cose da sapere

Le tracce, le commissioni, i programmi, le prove, i divieti, la certificazione internazionale, il voto

Ripetizioni online: come prepararsi agli esami

"Docsity Live Tutoring” è una piattaforma che permette agli studenti di prepararsi online, anche sotto l'ombrellone. Ecco come funziona

Commenti