Life

L'installazione Iqos World di Karim Rashid alla Milano design week

Per la terza volta Philip International partecipa al Salone del Mobile con un progetto artistico e culturale di prestigio

Iqos world

Redazione

-

E' firmato dal designer Karim Rashid il progetto Iqos World che, per la terza volta consecutiva, vede Philip Morris International partecipare alla Milano Design Week con un'installazione site specific visibile dal 17 al 22 aprile 2018 negli spazi del Magna Pars Hotel.

Business e design

In questo modo l'azienda conferma il suo legame con il design, arte con cui condivide la visione di costruire un futuro diverso, capace di migliorare la vita delle persone.

IQOS è il dispositivo smoke – free di Philip Morris International e rappresenta al meglio il cambio culturale che il colosso americano sta vivendo in questo periodo.

La rivoluzione culturale dell'azienda

"Quest'anno, con l'obiettivo di riflettere l'enorme cambiamento che l'azienda sta affrontando - ha dichiarato Natasa Milosevic, direttore Marketing di Philip Morris Italia - abbiamo deciso di coinvolgere un designer molto noto: Karim Rashid.

Un vero game changer che si è sempre distinto per la sua particolare attenzione all'innovazione, alla tecnologia e per la sua idea democratica del design volta al miglioramento della vita delle persone. Ed è proprio per questa visione che con il progetto Iqos World, vorremmo raggiungere il maggior numero di persone, al fine di migliorare la vita dei fumatori adulti".

Il progetto Iqos World diventa così rappresentazione dei concetti di innovazione, ricerca e volontà di superare i limiti del pensiero tradizionale.

Il contributo di Karim Rashid

Karim Rashid ha realizzato appositamente per IQOS un'installazione immersiva al centro della quale la scultura Konverse (fatta in acciaio, di dimensioni di 4 x 2 x 3h m circa) rappresenta i profili stilizzati di 
due volti colti nell'atto di avvicinarsi: è una riflessione sul dialogo, sul senso della connessione tra persone, mai attuale come oggi.        

"Sono entusiasta di lavorare con Philip Morris International - ha dichiarato l'artista - perché l'impegno dell’azienda nel trasformare radicalmente se stessa, attraverso lo sviluppo di prodotti innovativi, è davvero una fonte di ispirazione per un designer. Il design rivoluzionario del dispositivo ci permette di credere realmente in un ideale futuro sostenibile e il miglioramento della società è proprio il senso più profondo del design. È grazie al design che si realizza infatti il progresso dell’umanità e si riesce a modellare un mondo più umano e sperimentale. Il progetto che ho pensato per IQOS intende proprio rappresentare questa visione ottimistica e progressista del futuro".

La poetica del progetto

Lo slancio verso il futuro si riflette in tutti gli elementi che compongono il progetto Iqos World, al centro del quale troviamo oltre alla scultura Konverse, undici pattern che rappresentano il fil rouge tra i diversi elementi dello spazio, che andranno a costituire le limited edition delle cover del dispositivo.

IQOS è l’ultimo ritrovato della tecnologia di Philip Morris International, frutto  di oltre 3 miliardi di dollari e 15 anni investiti in ricerca e sviluppo, pioniere di un percorso di profonda trasformazione aziendale, con l’obiettivo di fornire alternative in grado di soddisfare i fumatori, riducendo drasticamente le emissioni tossiche.

In IQOS, l’innovazione risiede nell’utilizzo di appositi stick contenenti tabacco (prodotti a livello globale in Italia, vicino a Bologna), che vengono scaldati grazie a un dispositivo elettronico, evitando la combustione e quindi il fumo.

© Riproduzione Riservata

Commenti