Life

L'equazione che smonta i complotti

Dalle Torri Gemelle alla morte di Lady Diana, dall'allunaggio per ogni grande evento i complottisti hanno fatto faville

Le Torri gemelle iniziano a prendere fuoco dopo l'impatto

Barbara Massaro

-

I servizi segreti di Sua Maestà avrebbero ucciso Lady Diana, l'uomo non sarebbe mai andato sulla Luna e le Torri Gemelle sarebbero state abbattute dagli stessi americani per giustificare la guerra in Iraq.

Alzi la mano chi non ha mai sentito una di queste contro tesi complottiste relative agli eventi della storia più contemporanea. Ora però il fisico di Oxford David Robert Grimes ha studiato un'equazione che dimostra quanto i complotti lascino i tempo che trovano visto che mantenere la segretezza nel tempo costerebbe troppi soldi e coinvolgerebbe troppe persone perchè si possa mantenere il segreto. 

Lo studio è stato pubblicato su Plos One è la tesi è che la durata di un complotto sia inversamente proporzionale al numero dei congiurati.

Numeri alla mano, dunque, il fisico ha dimostrato come il mancato sbarco sulla Luna sarebbe stato svelato in 3 anni e 8 mesi, la frode sul cambiamento climatico in 3 anni e 9 mesi, la cospirazione sui vaccini in 3 anni e 2 mesi e l'esistenza di una cura segreta per il cancro in 3 anni e 3 mesi. Anche il numero delle persone coinvolte in un possibile complotto aumenta col passare degli anni e così ad oggi, ad esempio, per mantenere la bugia sull'allunaggio dovrebbero essere coinvolte 411mila persone, un po' troppe per parlare di segreto.

© Riproduzione Riservata

Commenti