Rita Fenini

-

Nonostante il tempo ancora poco primaverile, la Pasqua si avvicina e - per chi non l’avesse ancora fatto - è giunto il momento di cominciare a pensare a come passare questa festività. 

Babbel, la app leader nell’apprendimento delle lingue, per l'occasione ha stilato una lista delle città dove poter trascorrere la Pasqua in modo alternativo, senza però disdegnare mete "più classiche"

Accanto alle ben note e gettonate New York e Berlino, compaiono, per esempio, la cittadina svedese di Simrishamn, dove, proprio in occasione della Pasqua, più di novanta artisti  aprono al pubblico le loro case e i loro studi e Hollókő, un piccolo villaggio situato nel nord-est dell’Ungheria, che, a Pasquetta, vede i ragazzi impegnati a lanciare sulle ragazze acqua profumata

Fra le altre mete, Oslo, Châtelaillon-Plage, ridente cittadina balneare situata a ovest della Francia, CorfùVerges, borgo spagnolo dal sapore medioevale e Texistepeque, località rurale di di El Salvador


© Riproduzione Riservata

Commenti