Life

La vera storia del nome più assurdo al mondo

Un ragazzo australiano sosteneva di aver avuto parecchi problemi a causa di un nome sfortunato

Phuc Dat Bich

Barbara Massaro

-

Sul suo passaporto australiano alla voce "nome" c'era scritto: Phuc Dat Bich che, pronunciato con accento anglofono suona come F...k the bitch, la cui traduzione non è nulla di buono. Un dramma per il ragazzo di origine vietnamita della foto che, via social network, ha raccontato la sua storia facendola diventare virale e arrivando a concedere interviste ai media locali.

Bich lamentava di essere stato ingiustamente allontanato da Facebook, sosteneva di aver avuto problemi all'aeroporto e ripeteva che un nome così, per tutta la vita, non aveva fatto altro se non portargli sfortuna. Una vicenda che la Rete e i media hanno moltiplicato notevolmente permettendo al Signor Phuc di diventare famoso.

Peccato che quel nome assurdo fosse davvero falso come ha poi spiegato l'uomo al Guardian Australia, creato ad hoc come specchietto per le allodole per i tanti commentatori senza patente che si trovano sui social e che finiscono per abboccare a qualunque amo venga loro tirato.

Il ragazzo ha spiegato come il suo intento fosse proprio quello di mostrare quanto sia facile ingannare sul web e di come, in nome di una notizia facile e leggera ormai non si cerchi neppure più di capire se si sta scrivendo una bufala o la verità.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le web bufale della settimana - Ep. 19 -

Le notizie più assurde circolate in Rete negli ultimi 7 giorni

Le web bufale della settimana - Ep. 20

Le notizie più assurde apparse in Rete negli ultimi 7 giorni

Commenti