Barbara Massaro

-

La scritta sulla fronte recita Unive e l'hashtag che guida il tam tam delle studentesse universitarie della Ca' Foscari di Venezia è: #questaèlunicaparteconcuivogliocompetere.

E' la replica intelligente che le giovani hanno mandato alla pioggia di sederi e seni in bella vista che stanno intasando i social network nella campagna virale delle Univeristà italiane.

In pratica si tratta di una sorta di gara promozionale per il proprio ateneo a colpi di glutei e decoltè sponsorizzati ora da Politecnico ora dalla Bocconi ora dalla Cattolica ora dall'Università di Napoli.

Il tam tam si è mosso tramite i profili "spotted" dei vari atenei, cioè quelle pagine di scuole ed università dove gli studenti fanno segnalazioni o vanno alla ricerca della ragazza o del ragazzo avvistato in aula.

Partita la Milano la gara sui generis è diventata nazionale e tra chi accusa i giovani di mercificare il corpo delle donne e chi invece invoca "Fatevi una risata", la risposta migliore è arrivata dalle ragazze veneziane.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

#BreakTheSilence: anche le celebrities potrebbero essere vittime di maltrattamenti

E' la provocazione choc dell'artista Alexsandro Palombo per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

La top 10 delle migliori #Escile del 2015

GQ ha stilato la classifica delle donne che più sono state icona dell'hashtag dell'anno

Commenti