Barbara Massaro

-

Con lei il binomio yoga e corpo sottile come un giungo; digiuno che va a braccetto con meditazione e armonia del corpo esile con la mente lucida va dimenticato. I suoi quasi 100 chili sono tutti in mostra mentre si esibisce nelle posizioni più estreme dell'arte dello Yoga.

Ha 27 e si chiama Jessamyn Stanley viene dagli Stati Uniti ed è la prima insegnante di Yoga "taglia forte".

Sul web è una vera celebrità con i suoi 17 mila fans su Facebook e quasi 98 mila followers su Instagram e via social semina consigli e lezioni su come non farsi limitare dal corpo, anzi. "Viviamo in una società in cui essere grassi è una vergogna - spiega - perché pensiamo che sia malvisto dalla gente. Il problema non è il nostro corpo, ma come noi reagiamo nei confronti del nostro corpo. Per questo sono contro le classi speciali di yoga per persone obese: nessuno dev'essere escluso, la disciplina si basa sull'unione".

Una lezione che ha imparato sulla sua pelle quando, giovanissima (e sovrappeso) pensava che una simile disciplina le fosse preclusa. "Molti mi prendono come esempio e questo mi inorgoglisce: ci sono tante ragazze che si fanno limitare dal fisico e pensano che lo yoga sia un tabù per loro. Lo pensavo anch'io quando, ancora adolescente, iniziai con mia zia un corso di Bikram e abbandonai poco dopo. A distanza di qualche anno, però, fui convinta da un amico a comprare un'offerta speciale su un coupon e da allora tutto è cambiato".

Le foto che condivide la mostrano in pose plastiche ed acrobatiche ad assumere posizioni difficili da pensare per una simile fisicità, ma Jessamyn, con il suo lavoro ed impegno conferma che volere è potere e che la forza della mente è superiore ai limiti del corpo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Accuse di stupro per il guru del Bikram, lo yoga "hot"

Sono già sei le donne che hanno sporto denuncia rischiando di far crollare l'impero di questa disciplina

La giornata mondiale dello Yoga nelle foto più belle

L'omaggio planetario alla millenaria pratica ascetica e meditativa si è svolto in 251 città di 192 Paesi

Commenti