L'India in imbarazzo per il guru "congelato"

Il corpo dell'uomo si trova in una cella frigorifera da gennaio. "Sta meditando" dicono i discepoli

– Credits: Gettyimages

Barbara Pepi

-

Dallo scorso 29 gennaio è nel congelatore dell'ashram dell'ordine religioso Divya Jyoti Jagrati Sansthan e i suoi discepoli sono convinti che stia meditando e che tra poco si risveglierà.

Succede in India dove il guru indiano Shri Ashutosh Maharaj, al secolo Mahesh Kumar Jha è al centro di una lotta tra discepoli e parenti. Il santone a gennaio avrebbe avuto con ogni probabilità un attacco cardiaco che lo ha stroncato mentre era in meditazione, ma i suoi seguaci ritengono che l'assenza di battito cardiaco e del polso sia soltanto la conseguenza di una meditazione estrema nota in India col nome di samadhi.

 Visto che, dopo alcuni giorni, il colorito dell'uomo iniziava a tendere al grigio è stato deciso di ibernarlo e così da allora si trova nella cella frigorifera dell'ashram con l'approvazione del Tribunale dello Stato. L'ordine religioso Divya Jyoti Jagrati Sansthan è stato fondato dal guru nel 1983 in Punjab ed è ramificato in 110 centri e conta centinaia di migliaia di discepoli in tutto il mondo, compresi Usa, Sud America, Europa, Australia e Medio Oriente.

Ora però la moglie e il figlio dell'uomo vorrebbero mettere fine a quella che ritengono essere solo una farsa che nasconde la volontà della setta di lucrare sull'eredità del guru in attesa che venga scelto a tavolino un successore. La famiglia, quindi, ha intenzione di riaprire in caso ritenendo che dopo quattro mesi sarebbe il caso di restituire il loro congiunto ai propri cari perchè possa essere degnamente cremato. Fuori dalla cella frigorifera, però, uomini armati presidiano la zona per evitare che qualcuno si rubi il guru di ghiaccio e la situazione sta iniziando ad essere imbarazzante per l'intera India visto che la notizia si è diffusa e sono arrivati anche i giornalisti. I discepoli interrogati sulla vicenda hanno risposto: "Eppure anche Gesù Cristo è risorto dalla tomba e nessuno osa metterlo in dubbio".

© Riproduzione Riservata

Commenti