Life

Il Bare Footing fa bene alla salute

Camminare a piedi scalzi ovunque. E' l'ultima tendenza che arriva dalla Nuova Zelanda

piedi nudi

Barbara Massaro

-

Sulla sabbia, sul prato, ma anche in casa e in giro per la città. I piedi devono essere nudi perchè il fisico sia sano.

Lo credono i seguagi del Bare Footing, l'ultima tendenza salutista che arriva dalla Nuova Zelanda. Si tratta della pratica sempre più diffusa di camminare senza scarpe in giro per il mondo. A costo di calli e piedi sporchi ci si guadagnerebbe in benessere dal punto di vista psicofisico. Perché così facendo i muscoli dell’arco plantare, la caviglia e il polpaccio si possono riequilibrare. Non c'é scarpa seppur leggerissima, morbida o anatomica che possa competere con il piede nudo.

A confermarlo si aggiungono anche i recenti studi dei ricercatori dell’Università della California Irvine che hanno promosso il barefooting perché ha anche un'influenza positiva sulla circolazione e contribuisce a migliorare la qualità del sonno.

L'atto stesso di togliere scarpe, stivali o sandali contribuirebbe a diffondere endorfine per tutto il corpo creando un piacevole senso di benessere moltiplicato dalla pratica costante del barefooting. Certo per chi dice no ad ogni forma di estremismo e, pur amando il piede nudo, preferisce correre a prendere l'autobus con le scarpe, la soluzione arriva proprio dalla bella stagione.

Complice il caldo e le giornate più lunghe ci si può concedere una salutare passeggiata a piedi nudi tanto in città quanto al mare o in montagna.

© Riproduzione Riservata

Commenti