I genitori ideali non esistono

Basta con il mito della supermamma. I figli vanno cresciuti senza stravolgere le proprie abitudini. E negli Usa scoppia una polemica

Credits: Ufficio Stampa

Godersi di più la famiglia, facendo meno: è il sottotitolo di Minimalist Parenting ("genitori con il minimo indispensabile"), un libro che negli Stati Uniti sta animando una polemica. La tesi è controcorrente rispetto agli innumerevoli manuali per genitori perfetti: allattare fino allo stremo, essere sempre presenti, preoccuparsi di tutto, fare attenzione ai dettagli, nutrire i bambini con cibi bio... Le due autrici, Asha Dornfest e Christine Koh, sostengono il contrario: porsi obiettivi ragionevoli rinunciando al mito della supermamma, che produce solo sensi di colpa e inadeguatezza.

Ricco di informazioni e aneddoti personali (le autrici sono madri), il saggio conclude che non esistono soluzioni standard, ogni famiglia trova il modo giusto per andare avanti. Messaggio di buon senso, spesso però dimenticato. Tanto che, secondo uno studio, l’11 per cento delle neomamme sviluppa sintomi ossessivicompulsivi, contro il 2-3 per cento della popolazione totale.

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti