Barbara Massaro

-

Dopo gattini, cibo, tramonti, lato B, lato A, muscoli e scollature varie, la nuova mania in fatto di foto da postare su Instagram seguiti dall'hashtag #porn è il #cloudporn, ovvero l'idea di condividere immagini delle nuvole più belle del mondo e conquistare clic. Sono oltre 450.000 le immagini condivise nel mondo che catturano le nubi di ogni angolo del pianeta e ogni giorno aumentano e si moltiplicano.

Dal Mantegna al Tintoretto, da Much a Van Gogh la passione per i paesaggi resi più affascinanti dalle nuvole non conosce posa e tutti gli artisti in ogni epoca storica si sono fatti sedurre dalla bellezza delle nubi colorate al tramonto, sopra i monti o all'alba.

Ora anche Instagram ha trovato il suo modo per declinare il tema a misura di social network.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

In Italia la nuvola è rimasta in pantofole

Se in Europa i servizi cloud sono utilizzati su più dispositivi mobili, nel nostro Paese vengono usati soprattutto sui computer da scrivania, senza sfruttarne in pieno le tante potenzialità. E non c’entrano niente i timori per la privacy o per la sicurezza dei dati

Cloud: siamo tutti nella… nuvola

C’è ancora un po’ di confusione sul tema, ma il fenomeno cloud è assolutamente inarrestabile

Commenti