Life

Cliente arrabbiata cita Starbucks per cinque milioni di dollari

Secondo la donna le bevande fredde contengono troppo ghiaccio

Una frode, una truffa, l'appropriazione indebita del denaro di clienti che pagano per avere un caffè freddo e invece si trovano un caffè ghiacciato e annacquato.

Era su tutte le furie la Signora Stacy Pincus dell'Illinois quando ha deciso di depositare un'istanza di risarcimento milionario verso la catena di caffetteria Starbucks colpevole, a suo dire, di "Fare la cresta" sul caffè nelle bevande fredde.

Mettere meno prodotto, aggiungere ghiaccio e far pagare ai clienti il prezzo pieno: una strategia commerciale che alla Signora Pincus proprio non va giù e così, Don Chisciotte degli amanti del caffè freddo, è decisa a far giustizia citando in giudizio la catena con lo scopo di ottenere un risarcimento da 5 milioni di dollari.

La sua idea è quella di rappresentare tutti i clienti che hanno bevuto caffè freddo negli ultimi 10 anni. Il colosso della caffetteria dal canto suo ha dichiarato: "I nostri clienti comprendono e si aspettano che il ghiaccio sia una componente essenziale di qualsiasi bevanda ghiacciata" e ha inoltre aggiunto che qualunque cliente non sia soddisfatto della sua bevanda può dirlo e gli verrà rifatta.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti