Bufale o verità? Le notizie che fanno impazzire il web

Brad Pitt e la lettera d'amore per la moglie, ma anche Obama: tutto ciò che ha fatto il giro del mondo in rete, tra falsi e notizie vere

Nella foto Brad Pitt con Angelina Jolie, presunti protagonisti di una lettera risultata una bufala. Credits: Getty Images

Eleonora Lorusso

-

Si va dall'uomo con naso sulla fronte (con tanto di foto choc) alla notizia secondo la quale il presidente americano, Obama, avrebbe dichiarato novembre il mese del National Muslim Appreciation, senza dimenticare la struggente (presunta) lettera di Brad Pitt alla moglie (non ben identificata). Sono le notizie vere o incredibili che hanno fatto e stanno facendo impazzire il web.

Di certo in tanti sono rimasti stupefatti dalla storia di un ragazzo di 22 anni, originario della provincia cinese del Fujian, a cui un team di chirurghi avrebbe ricostruito e "attaccato" il naso sulla fronte, in seguito ad un grave incidente stradale avvenuto nell'agosto del 2012.

Come racconta il sito Snopes.com che ha monitorato il web nei giorni scorsi, prelevando la cartilagine dalle costole, i medici hanno ricostruito l'organo olfattivo sulla fronte, programmando per il futuro di collocarlo nella giusta sede. La notizia è vera, ma è anche così incredibile da non sembrare tale.

Così come quella di Brad Pitt, che avrebbe scritto una lunga e struggende lettera sulla moglie (Angelina Jolie? O la ex, Jennifer Aniston?), nella quale descrive la depressione e i problemi di alimentazione della compagna, arrivando a concludere che il troppo amore può far male e che dunque lui ha deciso di lasciare più spazio alla consorte, che nel frattempo è rifiorita. Apriti cielo: tutti a chiedersi a chi si riferisse, se alla bella (e diafana) Angelina, sul cui stato di salute si è scritto tutto e il contrario di tutto (dall'epatite al tumore al seno) o se alla ex, Jennifer Aniston. Posto che Pitt è separato dal 2005 e dunque la missiva sembra essere tardiva, Angelina Jolie non è ufficialmente la moglie dell'attore. In ogni caso, la lettera si è rivelata una bufala.

Così come è falsa la notizia, che gira da qualche tempo, che negli Stati Uniti l'Obamacare preveda l'impianto di un chip RFID sotto la pelle, per identificare i pazienti. Fortunatamente non è vera neppure la notizia secondo la quale ci sarebbero in commercio degli assorbenti femminili che provocherebbero il cancro all'utero e alla vescica, e che sarebbero stati la causa di morte anche di 56 ragazze.

Polemiche anche negli Usa, dopo che il 27 settembre il National Report ha pubblicato un articolo nel quale si riferiva che il presidente Obama avrebbe dichiarato il mese di novembre come National Muslim Appreciation Month, ovvero dedicato proprio alla cultura musulmana. In realtà si tratta di pura satira da parte del National Report

© Riproduzione Riservata

Commenti