Barbara Massaro

-

Potreste mai immaginare il viso perfetto di Angelina Jolie trasfigurato dalle botte di Brad Pitt? O i lineamenti decisi di Madonna alterati dalla rabbia del toy boy di turno? No, eppure potrebbe succedere.

E' questa la tesi provocatoria alla base del lavoro dell'artista Alexsandro Palombo che, armato di photoshop, ha virtualmente picchiato le bellissime dello showbiz e del cinema creando la gallery #BreakTheSilence "La vita può essere una favola, se rompi il silenzio".

E' il suo contributo choc alla giornata internazionale della violenza contro alle donne e le foto, forti e decise, arrivano dritte al cuore.

L'idea di Palombo è quella di persuadere le vittime a parlare, a denunciare e ad uscire da quel silenzio che è un abuso sull'abuso. "Il più grande complice della violenza domestica - scrive Palompo - è il silenzio, un silenzio che ogni anno è capace di uccidere o causare invalidità permanenti più di quanto possano fare malattie e incidenti. La violenza domestica è un cancro sociale che non conosce confini né status sociali, può colpire chiunque, che tu sia una persona comune o una celebrità, per sconfiggerlo bisogna usare l'antidoto della cultura, educando e sensibilizzando i giovani al rispetto e alla parità. Con qualsiasi mezzo ognuno di noi ha il dovere di fare la propria parte per contribuire alla sensibilizzazione e al cambiamento."

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: immagini per non dimenticare

Uccise. Malmenate. Violentate. Le donne restano vittima della follia di mariti, compagni, amanti. Il grido di chi dice: 'Basta'

25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

I numeri di una piaga sociale: nel 2015 tre donne su dieci hanno subito vessazioni. E in troppe ancora non denunciano

Commenti