Life

Assenteismo record per un impiegato statale spagnolo

L'uomo è riuscito a non andare a lavorare per sei anni di seguito

Ufficio

Barbara Massaro

-

Potrebbe essere la trama di una novella di Pirandello o di un racconto di Garcia Marquez, ma è la pura verità. La storia arriva da Cadiz, avanposto spagnolo affacciato sull'Atlantico. Lì, impiegato presso il controllo della qualità idrica delle acque locali, lavorava Joaquin Garcia, solerte impiegato sessantanovenne pronto a ricevere un premio alla lunga ed onorata carriera di funzionario statale.

Peccato che, proprio dopo aver eletto Garcia funzionario dell'anno, grazie a un incrocio di controlli, è stato scoperto che lui, a lavorare, non ci andava da ben sei anni ricevendo comunque il suo onesto salario quotato, per il periodo di "assenza", a circa 37.000 euro lordi. L'equivoco è nato dal fatto che l'assenteista record si è beffato dei sistemi di controllo visto che l'azienda riteneva fosse obbligo dello Stato controllare le presenze dei funzionari e viceversa. Ora l'uomo deve risarcire l'intera cifra guadagnata in maniera illecita anche a El Mundo diversi colleghi hanno detto che Marquez non è che non andasse a lavoro, ma, diciamo, si era auto imposto un orario molto flessibile: ogni tanto qualche controllo e poi, via al mare.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

L'India combatte assenteismo e infedeltà con la macchina della verità

Costa molto meno degli investigatori privati e garantisce risultati eccellenti

Assenteismo e doppio lavoro: la truffa milionaria dei dipendenti pubblici

Il ministro Madia parla di licenziamento. Ma in dodici mesi 1.274 dipendenti infedeli hanno guadagnato oltre 6 milioni in nero, con un danno all'Erario di 15 milioni

Commenti