Se nell'antichità Delfi viene ricordata come la città dedita al culto del dio Apollo i nostri posteri considereranno Madeira come l'isola votata a rendere omaggio a Cristiano Ronaldo, il semi dio del pallone che, proprio qui, nacque nel 1985.

Il legame tra CR7 e la sua città è così forte che il campione ha da poco inaugurato un museo dedicato alla sua persona con tanto di statua di cera a dimensione naturale accanto cui i turisti possono farsi decine di selfie.

E proprio al lato del museo Cristiano ha finanziato l'apertura di un albergo di lusso, con 48 stanze dotate di ogni comfort. Si chiama Pestana CR7 e si affacca su Praça do Mar.

Letti rotondi, piscine, atmosfera rilassante ma soprattutto l'hotel è una sorta di piramide egizia in versione 4 stelle dove ogni dettaglio è votato a rendere omaggio alla persona di Ronaldo.

Per i corridoio, ad esempio, ci sono a disposizione dei turisti alcuni binocoli sotto cui si legge "Where's CR7?". Una sorta di invito a provare la nuova pratica del Cristiano watching in giro per le vie di Madeira dove non è così raro incontrarlo.

Non solo: le maniglie delle porte ricalcano la forma della mano del campione portoghese in maniera che quando si apre la porta della propria stanza si può vivere il brivido di stringere la mano dell'attaccante del Real Madrid.

Nel bar dell'hotel, poi, un maxi schermo proietta i gol più belli del campione e gigantografie del sorriso smagliante del bel portoghese si trovano in ogni angolo della struttura.

Pare che i portoghesi facciano a gara per accaparrarsi una suite e regalarsi una notte d'incanto nel magico mondo di CR7. Dopo Madeira l'hotel dovrebbe aprire anche a Lisbona, Madrid e New York.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti