Vasco Rossi
Ufficio stampa
Vasco Rossi
Società

Le web bufale della settimana - Ep.2 -

Le notizie più false circolate in Rete in questi giorni

1. Vasco razzista

vasco-rossi Vasco Rossi prova in Puglia il tour Live Kom 2015

Chiunque lo conosca almeno un po' sa bene che di Vasco Rossi si può dire tutto tranne che sia razzista. Eppure a pochi giorni dal suo ritorno al San Paolo di Napoli tappa del tour LiveKom 2015 in Rete è circolata la bufala di una sua dichiarazione. ll Blasco avrebbe detto: "Vado a cantare al sud perchè ogni tanto al cesso bisogna pure andarci".

La falsa dichiarazione è stata postata su Facebook da tale Amatruda Liberato che poi ha visto bene di cancellare il suo profilo dopo essere stato abbondantemente insultato dai fans del Komandante.

Ciò nonostante lo staff di Vasco, sempre via Facebook, ha smentito la storia scrivendo: "Attenzione!! La bufala che circola sul web di una dichiarazione offensiva nei confronti del sud da parte di Vasco è completamente falsa. Il signor Amatruda Liberato che la sta facendo circolare andrà incontro a una querela per diffamazione! Tranquillizziamo i fans che nessuno ci fermerà e stiamo arrivando"

2. Trovata la controfigura di Hulk

Trovarsi faccia a faccia con lui arrabbiato non sarebbe in ogni caso auspicabile, ma il body builder Alfonso Del Rio non è l'Hulk vivente come ha fatto credere una pagina Facebook egiziana che riportava la falsa notizia della scoperta di un uomo dalle dimensioni e dalla forza sovrumana. Il fisicatissimo campione di body building è senz'altro imponente, ma la foto circolata in Rete è frutto di un montaggio. Sempre in Rete sul sito I love boby building si incontra un'ampia galleria fotografica nella quale si notano le reali dimensioni di Del Rio

3. Katy Perry e il sabotaggio ai danni di Taylor Swift

Live a Las Vegas Getty Images

Che siano le due prime donne del pop del nuovo millennio non ci sono dubbi, ma secondo la Rete tra Taylor Swift e Katy Perry volerebbero coltelli. Tutto avrebbe avuto inizio con il brano Bad Blood che sarebbe stata la risposta della Swift al tentativo di Katy di sabotare il suo tour assumendo buona parte dello staff che avrebbe dovuto seguire la Swift in giro per il mondo.

La controrisposta della Perry sarebbe arrivata con la canzone 1984 che sarebbe stato un attacco proprio alla collega rivale. A sentire i manager, però, tutto questo è falso e tra le due non ci sarebbe quella tensione della quale tanto si parla. L'agente della California Gurl ha infatti dichiarato: "In qualità di manager di Katy Perry comunichiamo che la storia relativa alla canzone 1984 è completamente falsa. Katy Perry non è stata coinvolta nella scrittura e nelle registrazioni di questa canzone". La bufala sarà la rivalità delle cantanti o la smentita di ogni rivalità?

Ti potrebbe piacere anche
ARTICOLI PREMIUM

La nuova stangata sulla casa

True

I più letti