Società

Le feste vip della settimana

Giro del mondo tra gli eventi più glam dello showbiz

Tanti vip a sostegno di un'importante iniziativa.Cruciani C, piccola azienda dal cuore grande che da anni è attiva nel sociale, lancia un nuovo braccialetto dall’animo benefico a sostegno della Fondazione “aiutare i bambini”: Heartbeat. Nata nel 2000 per iniziativa dell’industriale Ing. Goffredo Modena, la Fondazione ha come scopo quello di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione, che hanno subìto violenze fisiche o morali e garantire loro l'opportunità e la speranza di una vita degna di una persona. La collaborazione nasce in occasione dell’Sms Solidale “Cuore di bimbi”, promosso dalla Fondazione per raccogliere fondi da destinare all’omonimo progetto.Nel mondo ogni anno nascono circa 1 milione di bambini affetti da cardiopatie e malformazioni cardiache congenite. Di questi circa la metà avrebbe bisogno di un intervento chirurgico entro il primo anno di vita. Ma in molti Paesi in Africa, Asia o Est Europa mancano le strutture ospedaliere e i medici per realizzare operazioni così complesse. Ogni anno quasi 800.000 bambini che nascono cardiopatici rischiano la vita.La Fondazione “aiutare i bambini” dal 2005, attraverso il progetto “Cuore di bimbi”, raccoglie fondi per salvare con un’operazione al cuore la vita dei bambini cardiopatici che nascono nei Paesi più poveri.

Dopo l’importante donazione fatta a ottobre per il Miami Children Hospital, l’azienda umbra si rivolge ancora ai bambini e grazie ai celebri braccialetti può continuare a dar loro aiuto e sostegno.Il nuovo bracciale Heartbeat può essere anche un romantico regalo di San Valentino, un vero e proprio cadeau fatto col cuore. Sarà disponibile da giovedì 6 febbraio in tutte le boutique Cruciani C, nei negozi multibrand, nel sito e-commerce www.crucianic.com e nel sito ufficiale della Fondazione www.aiutareibambini.it   al costo di € 10.Ancora una volta i braccialetti Cruciani C regalano una speranza ai bambini meno fortunati. Nella foto Luca Caprai, fondatore di Cruciani, e Luisa Bruzzolo, direttore generale della fondazione

Ti potrebbe piacere anche

I più letti