Le dieci cose più assurde mai lanciate in orbita

Dalla mazza da golf alla spada laser di Star Wars, ecco una lista degli oggetti incredibili che vagano per lo spazio

le-dieci-cose-piu-assurde-mai-lanciate-in-orbita

– Credits: Getty Images

Silvia Malnati

-

Stelle, pianeti, galassie: quando si parla di spazio non si smette mai di rimanerne affascinati. Ma forse non tutti sanno che in orbita, oltre alle astronavi con i loro coraggiosi equipaggi, sono finiti anche oggetti impensabili. Ecco un elenco delle dieci cose più assurde lanciate lontano dal nostro pianeta a sperimentare l’assenza della forza di e a provare l’emozione di un viaggio speciale.

Un sandwich al manzo
Nel 1965 il cosmonauta americano John Young portò illegalmente a bordo della capsula Gemini III un gustoso panino, che consumò con piacere a distanza di chilometri dalla Terra. Young venne però aspramente ripreso dalle autorità della Nasa perché le briciole sparse nella navicella in assenza di gravità avrebbero potuto danneggiare alcuni macchinari particolarmente delicati.

Una mazza da golf
Alan Shepard ha intrufolato di nascosto una mazza e una pallina da golf all’interno della sua tuta da astronauta prima di imbarcarsi sulla missione Apollo 14, nel 1971. Pare abbia realizzato il suo sogno: tirare sulla Luna e di fare centro in uno dei numerosi crateri del misterioso satellite.

Playboy
Se già la sopravvivenza sulle astronavi non è per nulla semplice, diventa ancora più complicata se mancano le donne. L’equipaggio dell’Apollo 12 non si è fatto scappare l'opportunità di portarsi dietro qualche fanciulla, se non in carne ed ossa almeno su carta: gli astronauti si sono attrezzati per bene con pacchi di Playboy nascosti negli armadietti.

Golden Record
Il disco per grammofono lanciato nello spazio nel 1977 a bordo della sonda Voyager contiene i suoni del pianeta Terra, da quelli naturali come il rumore del vento e delle onde e i versi di alcuni animali, ai 90 minuti della miglior musica da tutto il mondo. Il vinile contiene anche saluti in 55 lingue.

Caenorhabditis elegans
Questi vermi nematodi, parassiti che vivono nel suolo terrestre, furono gli unici esseri viventi a sopravvivere all’incidente dello Space Shuttle Columbia, nel 2003. Nella tragica missione morì tutto l’equipaggio composto da sette astronauti, ma i vermi no.

Batterio della salmonella
Lanciato in orbita nel 2007, il batterio della salmonella tornò dopo soli dodici giorni dalle tre alle sette volte più potente di quando era partito. Si trattò della prova che la gravità è in grado di modificare anche il grado di virulenza dei microbi.

Spada laser
Per la spada laser di Luke Skywalker un viaggio nello spazio era d’obbligo. Dopo il lancio nel 2007 (presenziavano Chewbacca e R2D2), l’oggetto fantastico è approdato alla Stazione Spaziale Internazionale.

Buzz Lightyear
Per fare compagnia agli astronauti, nel 2008 il celebre giocattolo di Toy Story è stato spedito nello spazio per poi essere accolto nella ISS (la Stazione Spaziale Internazionale, dove ha vissuto un anno. Al suo ritorno è stato protagonista di un’incredibile parata negli USA.

Un ramo del melo di Newton
Il 14 maggio 2010, in occasione dei 350 anni della Royal Society, gli astronauti della missione Nasa STS-132 portarono con sé dalla Florida fino alla Stazione Spaziale Internazionale un ramo dell’albero dal quale cadde la famosa mela che ispirò Newton.

Le ceneri di Scotty di Star Trek
Per un attore di Star Trek, quale posto migliore per essere conservati per l’eternità se non il cosmo? Nel 2012 le ceneri di James Doohan (che interpretava l'ufficiale ingegnere dell'astronave), insieme a quelle di altre 307 altre persone, sono state mandate in orbita a bordo del missile Falcon 9.

© Riproduzione Riservata

Commenti